Rc auto: gli italiani snobbano furto e incendio

Calano i prezzi ma gli italiani rinunciano a questa copertura aggiuntiva



FTAOnline, Milano, 18 Set 2015 - 17:37

In Italia gli automobilisti continuano a rinunciare al furto e incendio nonostante i prezzi siano in calo e rimanga elevato il numero di auto rubate ogni anno.
A pesare sulla decisione è il progressivo invecchiamento del parco auto.

Solo 9 italiani su 100 scelgono più sicurezza

Il prezzo medio dell’assicurazione auto continua a diminuire (- 20% in un anno) ma gli italiani di fatto snobbano alcune garanzie aggiuntive come il furto e incendio.

Nel dettaglio, secondo l’Osservatorio Rc Auto di Facile.it e Assicurazione.it, solo il 9,36% degli automobilisti hanno scelto questa garanzia in fase di preventivo per il rinnovo della polizza contro il 9,65 di un anno fa.

La scelta di essere più sicuri non entusiasma quindi gli automobilisti italiani anche se l’Aci segnala una media di 103.113 veicoli rubati ogni anno.

A pesare su questa decisione sembra essere il progressivo invecchiamento del parco auto circolante negli ultimi anni che vede l’età media delle auto assicurate superare i 9 anni.

Di qui la scelta di puntare su altre garanzie accessorie come l’Assistenza stradale richiesta dal 32,85% degli utenti che hanno richiesto un preventivo.

Prima di rinunciare a una tutela in più è bene però confrontare le diverse offerte delle diverse compagnie visto che, come ha rilevato l’IVASS, chi nel 2014 ha cambiato compagnia assicurativa ha ottenuto un risparmio medio del 22% contro il 5% di chi ha deciso di rimanere fedele alla propria compagnia.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.