Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Assicurazioni

Previdenza: crescono i fondi negoziali ma non decollano

FTA Online News, Milano  13 Dic 2018 - 12:30

La previdenza integrativa fotografata da Assofondipensioni



Durante il 2018 il numero complessivo degli iscritti ai fondi pensioni cresce e i fondi negoziali costituiscono una parte importante e nonostante le performance siano buone l’Italia continua a patire un marcato ritardo sul versante della pensione integrativa.

La previdenza complementare vale 51 miliardi di euro

Giovani, lavoratori atipici e autonomi mancano ancora all’appello degli iscritti alla previdenza complementare, che complessivamente sono tre milioni per un patrimonio di 51 miliardi di euro.

Sono questi i dati di partenza che fotografano il fenomeno previdenziale diffusi da Assofondipensione.

Nel dettaglio, a fine settembre sono state 155.000 adesioni nel corso dell’anno (+5,5%) con un patrimonio in crescita del 3,5%.

Del totale della previdenza complementare in Italia (circa 8 milioni di iscritti alle diverse tipologie di fondi e strumenti assicurativi con 167,2 miliardi di risorse) i fondi negoziali costituiscono, quindi, una parte rilevante. Nonostante le premesse positive, a causa della precarietà del lavoro e della mancanza di retribuzioni congrue, restano al palo i giovani: a fine 2017 solo il 19% degli under 34 aveva optato per la previdenza complementare, oltre un terzo in meno rispetto alle fasce più anziane.

La relazione prospettiva delle funzioni dei fondi pensione in modo che le coperture possano coprire altri rischi come ad esempio, il caso morte, l’invalidità o la perdita di impiego.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.