A scuola d’assicurazione

Alcune associazioni di consumatori lanciano la campagna “Assicurarsi informati”



FTAOnline News, Milano, 02 Nov 2010 - 12:02

Quando sottoscrivere un’assicurazione è necessario – o quantomeno caldamente consigliato –, quello della scelta della polizza è un momento assai delicato in cui occorre fare esercizio di grande raziocinio. Le offerte delle compagnie sono molteplici e spesso il settore nasconde delle trappole in cui il consumatore può cadere, se compie scelte incaute. Proprio per aiutare i consumatori a sviluppare uno sguardo complessivo sul comparto delle assicurazioni, Adiconsumo, ACU, Casa del Consumatore, CTCU di Bolzano, Lega Consumatori e Unione Nazionale Consumatori hanno rilanciato, anche quest’anno, il progetto “Assicurarsi informati”.

 

Assicurarsi informati 2010

Quest’anno, le associazioni di consumatori puntano l’obiettivo della loro campagna informativa sugli studenti delle scuole superiori, cioè su quanti si trovano alle prese con il “problema assicurativo” per la prima volta nella loro vita.

Per far sì che i giovani non si facciano trovare impreparati di fronte alla loro prima polizza, le associazioni aderenti ad “Assicurarsi informati” organizzeranno alcuni incontri presso le scuole, durante i quali esperti del settore forniranno strumenti conoscitivi e distribuiranno materiale informativo agli studenti. Due, in particolare, sono gli opuscoli su cui punta la campagna: i pieghevoli L'assicurazione auto e L'assicurazione del motorino. A completare l’offerta di supporto, poi, concorrerà l’apertura di alcuni sportelli di consulenza e assistenza presso le sedi delle associazioni.

 

Dalla teoria alla pratica

Gli incontri tra esperti e studenti non saranno delle semplici lezioni frontali, ma prevedono anche un’appendice pratica, in cui “gli alunni” saranno chiamati a sfruttare quanto appreso. L’esercitazione sarà costruita intorno alla presentazione di alcuni casi con particolari problematiche tipiche, quali la scelta di una polizza in base alle proprie caratteristiche e esigenze. I partecipanti dovranno condurre un’analisi della situazione presentata, proponendo possibili strade di soluzione che saranno ridiscusse e commentate con gli esperti.

 

“Un bisogno chiaro”

In una nota dell’UNC è spiegato chiaramente l’intento del progetto: “L'esperienza pluridecennale ha dimostrato come nei progetti di informazione e prevenzione il canale scuola e la realizzazione di incontri con gruppi target mirati rende possibile la trasmissione di un nuovo modello di informazione, rivoluzionando il linguaggio e le modalità di presentazione di tematiche poco conosciute o approfondite soprattutto nell'ambito scolastico ottenendo buoni risultati di diffusione e informazione

 

 

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.