Rc auto: in tempo di crisi vince la prudenza

L’italiano medio è in quarta classe bonus-malus



FTAOnline, Milano, 03 Mag 2012 - 17:02

Sarà la crisi e la paura di dovere sostenere spese pesanti a rendere gli italiani guidatori prudenti e attenti? Facile.it ha analizzato oltre un milione di preventivi di rinnovo della polizza auto constatando che, in media, gli italiani sono utenti virtuosi sul fronte bonus malus. A brillare sono soprattutto i pensionati e gli appartenenti alle forze armate, mentre di qualche vantaggio in meno godono studenti, operai e disoccupati.

L’italiano medio viaggia in quarta classe

Secondo il comparatore online – che ha scandagliato con la sua ricerca oltre un milione di preventivi per il rinnovo della polizza auto – circa il 47% degli italiani si trova nella prima classe Bonus Malus. Per una giusta considerazione del dato statistico, tuttavia, bisogna rilevare come nell'indagine siano stati compresi anche i preventivi di chi ha dichiarato di aver usufruito delle agevolazioni della Legge Bersani, ereditando la classe di merito di un familiare convivente.

Guardando i dati raccolti nel dettaglio, si scopre che – mediamente – gli uomini hanno una classe di merito migliore rispetto alle donne: in quarta i primi, in quinta le seconde. Interessante anche il profilo professionale di coloro i quali dimostrano di avere una classe di merito migliore. I più virtuosi sono i pensionati ben il 66%, ma in questo caso l'età aiuta a primeggiare), seguiti dai vigili urbani e gli altri appartenenti alle forze armate (60,5%) e, in terza posizione, dai dirigenti (57,8%).
Più penalizzati, forse anche per l’età media e la minore esperienza al volante, gli studenti (solo il 14,6% è in prima classe), seguiti da operai e i disoccupati, rispettivamente con il 44,8% e 46,7% di cittadini in prima classe di merito.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.