Quando la RC Auto non basta

Oltre la metà degli italiani stipula coperture aggiuntive



FTAOnline, Milano, 11 Apr 2014 - 18:21

Agli automobilisti italiani spesso non basta la polizza auto e – al momento di sottoscrivere l’RC auto – decidono di stipulare anche coperture aggiuntive. Secondo una ricerca condotta dal portale Facile.it sarebbe addirittura più della metà degli automobilisti del Belpaese a compiere questa scelta.Tra le opzioni maggiormente sottoscritte rientra l’assistenza stradale.

Il 56% degli automobilisti cerca più sicurezza

Dopo aver analizzato un campione di oltre un milione di preventivi relativi agli ultimi due mesi, Facile.it ha rilevato che circa il 56% degli automobilisti italiani espande la copertura offerta dalla RC Auto con polizze aggiuntive.

Tra le coperture aggiuntive, quella che riscuote maggior interesse è quella per l’infortunio al conducente, richiesta dal 47,4% degli italiani (la RC Auto, infatti, non tutela l’assicurato alla guida del veicolo responsabile del sinistro, ma si limita a coprire i danni provocati ad altri mezzi o persone).

Alto indice di gradimento anche per l’assistenza stradale, scelta dal 41,1% degli automobilisti, evidentemente spaventati dal rischio di rimanere bloccato lato strada durante un viaggio.

I più prudenti e i meno previdenti

Come avviene per ogni statistica in Italia, anche i numeri relativi alle polizze auto hanno un andamento differente rispetto alla regione presa in considerazione (probabilmente anche in conseguenza delle forti variazioni che si riscontrano nel costo delle assicurazioni in base al luogo di residenza).

Nel dettaglio, le richieste di godere di almeno una copertura aggiuntiva arrivano soprattutto dal Nord Italia. Minime, in questo caso, le differenze tra uomini e donne, anche se è possibile dire che le donne sono più interessate alla copertura di infortunio in caso di incidente (richiesta dal 48,2% delle donne contro il 46,7% degli uomini).

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.