Rc auto in aumento: meglio il confronto sul web

Abolito il tacito rinnovo, gli automobilisti preferiscono confrontare.



FTAOnline, Milano, 04 Gen 2013 - 10:44

Anno nuovo…rincari nuovi, soprattutto per gli automobilisti in quanto l’anno che è appena iniziato porta con se un aumento dei premi assicurativi Rc auto per un milione e mezzo di italiani.

Nel dettaglio

Saranno quasi 1,4 milioni gli italiani che vedranno aumentare il costo del loro premio assicurativo, ovvero tutti quelli che nel corso del 2012 hanno avuto un incidente con colpa. Il dato emerge da una ricerca effettuata da Facile.it su oltre 500mila preventivi calcolati negli ultimi trenta giorni. Chi rientra nella categoria cambierà infatti la classe di merito.

Secondo il portale, la cifra di chi si ritroverà a pagare tariffe più alte è leggermente inferiore a quella registrata lo scorso anno, ma secondo Mauro Giacobbe, Responsabile business unit assicurazioni di Facile.it, “il numero va interpretato alla luce della situazione economica che stiamo vivendo; studi di settore parlano di una riduzione dei chilometri percorsi di circa il 7%-8% rispetto al 2011; questo fa diminuire anche la possibilità di causare incidenti, ma dato che i costi complessivi sono in aumento diventa fondamentale risparmiare dove si può; in primis sull’assicurazione”.

Regione per regione

In testa alle classifica delle regioni troviamo la Toscana con il 5,14% di automobilisti che ha dichiarato di aver causato un incidente nel 2012, seguita da Lazio (4,76%), e le due isole maggiori; la Sicilia è terza con il 4,69%, la Sardegna quarta con il 4,63%. Tutte attorno al 3,5% di denunce Calabria, Campania e Puglia. Secondo il portale Facile.it, dove le assicurazioni costano meno, il sistro viene denunciato più spesso.

Sono i pensionati coloro che denunciano di più un sinistro in quanto, avendo la patente da molti anni ed essendo in classi di merito migliori, un’eventuale retrocessione non è poi così onerosa e tendono a denunciare anche piccoli danni che altre categorie preferiscono invece risolvere personalmente senza ricorrere all’aiuto dell’assicurazione.

Per risparmiare

Di positivo c’è il fatto che, grazie all’abolizione del tacito rinnovo, oggi trovare un’assicurazione più economica è diventato più facile anche grazie all’uso del web, dove è certamente più immediato e rapido il confronto tra diverse assicurazioni tanto che il volume delle polizze intermediate via web è cresciuto arrivando all’8% del totale polizze emesse in Italia. Dall’altro le compagnie assicurative sono diventate più competitive, per attirare più clienti.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.