RC auto, una bussola al preventivo

Inaugurato un nuovo progetto per il confronto tariffe



FTAOnline, Milano, 21 Set 2009 - 12:17

Con impennate record nell’ordine del 155% in alcune città l’RC continua la sia folle corsa verso il caro-tariffe. Per evitare spiacevoli “incidenti” nella sottoscrizione di salati contratti assicurativi è stato dunque inaugurato da qualche mese il servizio online del Ministero dello Sviluppo Economico in collaborazione con Assoutenti, Cittadinanzattiva e Confconsumatori. Lo strumento ha lo scopo di illustrare ai consumatori le novità introdotte con la Legge Bersani che ha in parte modificato il Codice delle Assicurazioni e il Regolamento ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle compagnie assicurative), introducendo nuovi obblighi di trasparenza a carico delle agenzie e delle compagnie assicurative, per consentire una migliore conoscenza delle offerte e una scelta più consapevole della polizza Rc auto.

Il progetto
Oltre a favorire il confronto tariffe il “Mio Preventivo RC Auto” avrebbe l’ulteriore scopo di semplificare le informazioni che le imprese e gli intermediari devono fornire ai consumatori, evitando così che una notevole mole di notizie possa ingenerare confusione nella scelta del prodotto assicurativo. In particolare, per consentire ai consumatori di confrontare le varie offerte, si cercherà di standardizzare alcune informazioni fornite dalle compagnie.
 
Il vademecum e l’assistenza
Per meglio sfruttare le potenzialità del servizio è stato appositamente creato un Vademecum che verrà distribuito gratuitamente attraverso la rete delle tre Associazioni dei consumatori partecipanti.
 
Fino alla fine di febbraio, le tre Associazioni offriranno inoltre assistenza agli utenti presso i 15 sportelli dislocati su tutto il territorio nazionale. Presso ogni sportello sarà presente un delegato esperto che ha partecipato al Corso di formazione sul tema specifico oggetto del progetto.

Bussola al preventivo
Tra gli elementi sostanziali da tener d’occhio nella valutazione di un preventivo non c’è solo il premio totale da tenere in considerazione. Gli “ingredienti” di una buona RC auto infatti vanno dall’importo dei massimali, alle garanzie prescelte, passando per le clausole di franchigia, nonché a quelle che prevedono l’esclusione, e quindi la non operatività della garanzia, e quindi la possibilità di rivalsa da parte dell’assicuratore.

1. Il massimale
Se il valore minimo associato al massimale è previsto per legge e di solito viene aumentato col passare degli anni, bisogna prestare attenzione alla nuova normativa che prevede aumenti progressii nel corso dei prossimi anni. Attualmente il massimale non può essere inferiore a 774.685,35 euro per ogni sinistro, ma a partire dall'11 dicembre 2009, però, diventeranno obbligatori massimali pari ad almeno 2,5 milioni di euro per sinistro con danni alle persone (indipendentemente dal numero delle vittime) e a 500mila euro per sinistro con danni alle cose. Successivamente (entro l'11 giugno 2012) queste cifre verranno raddoppiate, in attuazione della normativa comunitaria recepita in Italia il 18 gennaio 2009.

2. Clausole di franchigia, esclusione e rivalsa
Molto importanti anche le clausole di franchigia con cui l’assicurato si impegna a sostenere parte della spesa del danno a premio ridotto. Per facilitarne il recupero è possibile prevedere la clausola di franchigia a recupero garantito, in base alla quale l’assicuratore propone al contraente, in abbinamento al contratto r.c. auto, altri contratti assicurativi, bancari o finanziari, con i quali si garantisce il recupero della franchigia. Al di fuori di questo caso le compagnie non possono mai subordinare il rilascio della polizza r.c. auto alla sottoscrizione di qualunque altra tipologia di contratto.
Per quanto concerne invece le clausole di esclusione e rivalsa sono condizioni contrattuali che limitano o escludono la copertura del rischio e quindi il risarcimento del terzo danneggiato in caso di sinistro. In presenza di tali tra quelli più ricorrenti:

  • la mancanza o la non validità della patente di guida;
  • la partecipazione a gare e competizioni sportive;
  • la guida sotto l’effetto di alcool o sostanze stupefacenti o psicofarmaci;
  • la guida di veicolo con revisione scaduta da oltre 2 mesi;
  • il trasporto di terze persone (sia sugli autoveicoli che sui motoveicoli) effettuato non in conformità alla carta di circolazione;
  • la guida da parte di conducente diverso da quello scelto in base a particolari tariffe (nel caso sia stata scelta una tariffa che preveda limitazioni del conducente: esclusivo, appartenente allo stesso nucleo familiare o esperto).

E’ utile sapere che in molti di questi casi l’esclusione di garanzia può essere derogata totalmente o parzialmente pagando un supplemento di premio e richiedendo l’applicazione di una specifica condizione aggiuntiva. Le possibilità di deroga sono diverse da Compagnia a Compagnia e prevedono spesso o una franchigia che rimane comunque a carico dell’assicurato oppure un limite al diritto di rivalsa per l’assicuratore (ad esempio un 10% dell’importo del sinistro liquidato con un massimo di Euro 10000,00).

La convenienza del canale diretto
A garantire gli sconti maggiori sono comunque le compagnie che operano a distanza (telefonicamente o via Web). Optando per una compagnia online lo sconto sul premio può arrivare fino al 40%. Le polizze di questo tipo risultano convenienti soprattutto per gli utenti che presentano i migliori profili di rischio (ad esempio automobilisti patentati da tempo, con una classe bonusmalus
bassa, persone che svolgono un’attività lavorativa che non richiede necessariamente l’uso del veicolo ecc.).
Il segreto del successo di queste compagnie è garantito dall’abbattimento dei costi amministrativi, gestionali e di intermediazione conseguente all’uso degli strumenti telematici ed alle forti personalizzazioni delle tariffe, tramite l’impiego di molteplici parametri.  

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.