Polizze di tutela legale, sicurezza quotidiana

Il come e perché delle assicurazioni giudiziarie



FTAOnline, Milano, 04 Mag 2009 - 10:52

Coperture assicurative per il quotidiano, le polizze di tutela giudiziaria aiutano a risolvere piccole questioni legali della vita di tutti i giorni.

Da incidenti domestici a controversie legate all'usufrutto su una casa, contravvenzioni o reati colposi la compagnia assicurativa si assume l'onere di gestire la questione, cercando di ottenere un accordo prima che inizi la causa vera e propria. In questo modo, si entra nell'aula di tribunale solo quando è strettamente necessario, con notevole risparmio di tempo e denaro da parte dell'assistito. L'importante è ricordarsi di avvisare l'assicurazione non appena sorge il problema legale e di trasmettere senza indugi tutti i documenti necessari.

Chi è assicurato?
Oltre al contraente sono assicurati anche i familiari/conviventi presenti sullo stato di famiglia e altri conviventi possono essere inclusi facoltativamente.

Polizze: attenti ai doppioni

Nelle polizze Rc auto possono essere comprese anche delle forme di tutela legale, che coprono le spese relative al ricorso a un perito e a un'eventuale causa giudiziaria. Per questo, quando si acquista una polizza di tutela legale generica, è bene non chiedere automaticamente l'estensione al settore circolazione, ma andare prima a leggere con attenzione il contratto di quella auto.

I requisiti

Esclusioni: la garanzia è di regola esclusa in materia amministrativa, fiscale, familiare (divorzi e separazioni), in materia di donazioni e successioni, controversie riferibili a beni immobili diversi dall’abitazione ove l’assicurato ha la residenza.

Attenzione: sono sempre esclusi dalla copertura controversie relative alla costruzione e ristrutturazione di immobili (eventualmente da assicurare separatamente!). Inoltre sono di regola escluse le controversie contrattuali con un valore al di sotto di p.es. Euro 260.- (attenzione: evitate limitazioni al valore del contenzioso, p.es. se per controversie contrattuali è previsto un massimo di valore del contenzioso di Euro 8000.-). Sono sempre escluse tutte le controversie tra persone assicurate con lo stesso contratto. Per liti derivanti dalla circolazione stradale è escluso sempre il caso del veicolo non assicurato di responsabilità civile obbligatoria, e se il conducente guidava in stato di ebbrezza o non era abilitato alla guida. Talvolta sono escluse anche controversie in materia di lavoro subordinato.

Diritto di recesso: le compagnie si riservano la possibilità di recedere dal contratto dopo ogni denuncia e/o liquidazione o rifiuto di sinistro. Si tratta di una clausola vessatoria che può essere impugnata davanti al giudice.

Massimale: La copertura per ogni lite è prestabilita nel contratto, il quale può essere un massimale unico come anche un massimale annuo.

Franchigia: Normalmente è prevista una franchigia fissa di almeno Euro 100. Sono escluse spesso le controversie con un valore in lite sotto i 260 Euro. 

 

 

 

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.