Un nuovo futuro per le Polizze Index Linked

Entreranno in vigore a fine anno le nuove regole per le assicurazioni vita



FTAOnline, Milano, 26 Giu 2009 - 15:16

Una nuova disciplina sarà inaugurata a fine anno per le polizze Index. Il regolamento Isvap (Istituto di vigilanza sulle assicurazioni private) dell’11 giugno (di cui abbiamo parlato in data ) introduce alcune significative novità per i contratti di assicurazione sulla vita legati alle prestazioni degli indici o dei panieri di indici.

Cosa cambierà?

Tra le principali novità la ridefinizione delle caratteristiche per gli indici che possono essere utilizzati, e le modalità per rendere noti, periodicamente, i valori di riscatto.

Possono essere utilizzati, precisa il regolamento, indici azionari, obbligazionari o legati all'inflazione, "pubblici", e devono essere tra quelli "comunemente utilizzati dalla comunità finanziaria". Devono essere inoltre "calcolati da soggetti terzi in base a criteri di determinazione oggettivi e predefiniti, e costruiti su strumenti finanziari negoziati su mercati regolamentati liquidi ed attivi".

Banditi i conflitti di interesse

Le prestazioni finali e i valori di riscatto (vale a dire quanto ottiene chi interrompe il contratto prima della scadenza) non potranno d’ora in avanti "essere collegati direttamente ad attivi specifici detenuti dall’impresa di assicurazione".

Tale misura dovrebbe consentire agli assicurati di seguire in modo più trasparente l’andamento dell’indice di riferimento.

Valori di riscatto più semplici

Per agevolare ulteriormente gli iscritti le nuove regole impongono una maggiore trasparenza e semplicità di calcolo su prestazioni e valori di riscatto. Rimanendo comunque le prestazioni legate agli indici cui sono collegate, l'impresa si assume, in via generale, almeno il rischio di controparte relativo agli emittenti dei titoli a copertura degli impegni.

Pubblicità sotto la lente

Giro di vite anche sul fronte degli obblighi pubblicitari, per i quali si prevede che le compagnie pubblichino i valori di riscatto giornalmente sul loro sito Internet e, con aggiornamenti almeno settimanali, su almeno un quotidiano a diffusione nazionale.

Il caso Lehman

In merito alla vicenda Lehman Brothers il presidente dell’Isvap Ginacarlo Giannini ha sottolineato come nel corso del 2008 l’Istituto sia intervenuto a protezione degli assicurati in possesso delle polizze index linked aventi come sottostante emissioni della banca Lehman Brothers o di banche islandesi il cui ammontare fosse pari a 2 miliardi di euro. Per la natura di queste polizze, ha spiegato Giannini, alcune prossime a scadenza, gli assicurati rischiavano di vedere praticamente azzerati i loro risparmi. ''L'Autorità - ha proseguito Giannini - e' intervenuta presso le compagnie affinché, nel rispetto dei vincoli di stabilità finanziaria, fossero approntati piani di ristrutturazione che consentissero di minimizzare se non azzerare il danno. Grazie a questa azione di 'moral suasion' ad oggi i piani hanno interessato 117.175 contratti, una percentuale pari al 94% delle polizze scadute o prossime alla scadenza e all'80% del totale delle polizze index sottostanti Lehman o banche islandesi''.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.