Gli italiani preferiscono la polizza on line

12 Giu 2013 - 12:10

Gli italiani mostrano di gradire la sottoscrizione di una polizza vita on line grazie alla comodità e alla libertà che questi prodotti garantiscono. Le polizze vita continuano ad attrarre i risparmiatori, e i dati parlano chiaro: un italiano su tre preferisce stipularle via web. La principale ragione che spinge a sottoscrivere una polizza vita è il desiderio di tutelare i propri cari e in particolare i figli.

La polizza vita è meglio se è online
Sottoscrivere una polizza vita è più conveniente, comodo e libero se lo si fa online.
Il boom delle assicurazioni online aveva già coinvolto il mercato delle Rc auto e moto, anche grazie alla comodità dei portali di comparazione automatica. Ma oggi, i navigatori cominciano a cercare sul web anche le offerte legate al ramo vita.

Ne è convinto il 32% degli italiani che nella seconda metà del 2012 ha dichiarato di avere intenzione di sottoscrivere un prodotto assicurativo a tutela dei propri famigliari in un momento di forti incertezze per il futuro.

La ricerca, commissionata da MetLife a Nielsen, su un campione di 1000 persone di età compresa tra i 30 e i 64 anni, ha evidenziato come un terzo degli interpellati consideri internet una valida alternativa all’agente assicurativo. Il valore e l’importanza della Rete diventa ancora più rilevante se si considera come a orientare la scelta sui prodotti contribuiscano in maniera consistente anche i siti di comparazione (29%) e i consigli di altri utenti su blog, forum e social media (19%).
Si al web, dunque, a patto che sia possibile ottenere un preventivo (il prezzo dell’offerta commerciale è ritenuto indispensabile per il 51% del campione), che le informazioni siano chiare e complete (fondamentale per il 38%), e soprattutto che ci sia un servizio adeguato di assistenza telefonica o va e-mail (richiesto dal 50% circa dei possibili clienti).

Le ragioni di una polizza
La principale ragione che spinge a sottoscrivere una polizza vita è il desiderio di tutelare i propri cari e in particolare i figli. Oltre il 40% di coloro che sono intenzionati a sottoscrivere una polizza ha, infatti, figli minorenni a carico.
Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.