L'Isvap combatte i conflitti d'interessi

Un nuovo regolamento riscrive le norme del settore assicurativo



FTAOnline Milano, 31 Mag 2010 - 16:41

L'Isvap (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e di Interesse Collettivo), emanando un nuovo regolamento, mette ordine nel settore dei contratti assicurativi, accrescendo le tutele e la protezione degli assicurati. Punti cardine delle nuove disposizioni sono: l'accorpamento delle norme vigenti in un testo unitario e la disciplina del conflitto d'interessi.

Stop ai conflitti d'interessi

L'Istituto di Vigilanza spinge in maniera decisa verso la trasparenza dei rapporti di assicurazione. Grazie alle nuove norme, infatti, sarà impossibile assumere (direttamente o indirettamente) la qualifica di beneficiario/vincolatario delle prestazioni assicurative e di intermediario del contratto. Una novità che interesserà soprattutto i contratti legati alla stipula di mutui o prestiti personali. L'attenzione dell'Isvap si è concentrata principalmente su un fenomeno che l'istituto aveva già denunciato nella Relazione Annuale dell'anno passato: "il conflitto d’interessi dei soggetti, come le banche e gli altri intermediari finanziari, che, per proteggere il credito erogato, agiscono nella veste di beneficiari delle coperture e nel contempo assumono il ruolo di intermediari arrivando a percepire rilevanti provvigioni, in media pari al 50% ma in qualche caso anche superiori all’80% del premio”.

Novità in tutti i settori

Le novità introdotte dal regolamento dell'Isvap, però, riguardano anche altre tipologie contrattuali.

Per quanto concerne i contratti malattia, per esempio, le imprese non avranno più la facoltà di recesso in caso di sinistro, evitando così il rischio per l'assicurato di trovarsi "scoperto" nel momento in cui è contrattualmente più debole.

 

Relativamente al comparto vita, le imprese di assicurazione avranno d'ora in poi l'obbligo di inserire nella Nota Informativa notizie sulla propria situazione patrimoniale, fornendo particolare rilevanza all'indice di solvibilità.

 

Un restyling è stato imposto anche alla Nota informativa delle polizze del comparto danni, dove saranno introdotti schemi standardizzati per agevolare la comprensione dei prodotti e la loro comparabilità. In particolare, dovranno essere presentate ai consumatori esemplificazioni numeriche per facilitare la comprensione delle clausole previste, relative franchigie, scoperti e massimali.

 

Anche i contratti Rc-auto vanno incontro a qualche novità: è stato infatti introdotto il Fascicolo informativo, adeguatamente differenziato a seconda delle categorie di veicoli (auto, ciclomotori e motocicli) e di natanti. Nel documento, saranno contenute esclusivamente le informazioni e le condizioni di contratto, così da fornire agli assicurati un’informazione mirata sulla tipologia di veicolo per il quale viene richiesta la copertura.

 

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.