Il premio passa su Internet

In Inghilterra le compagnie assicuratrici studiano su Facebook i propri clienti



FTAOnline, 27 Dic 2010 - 15:57

Niente Facebook, siamo assicurati inglesi. Questo rischia di diventare il motto dei consumatori d’Oltremanica, dopo che le compagnie assicurative britanniche – come ha rivelato un’indagine di Deloitte Consulting Llp – hanno iniziato a tenere d’occhio i profili personali dei propri clienti sui social network per rivalutare i rischi ed effettuare l’aggiornamento dei premi annuali delle polizze. Se si vogliono evitare rincari sul premio assicurativo, dunque, meglio fare mostra di morigeratezza sul web.

Non più esami clinici, ma navigazione attenta
La ricerca effettuata dalla società di servizi professionali alle imprese è recentissima e attesta che, in almeno 6000 casi, le compagnie assicurative di Sua Maestà hanno fatto ricorso alle pagine web per verificare le condizioni di salute dei propri clienti, conoscere meglio il loro stile di vita e dunque stimare il premio assicurativo più opportuno.

Nel calcolo dei fattori di rischio, dunque, non contano più solo i risultati degli esami clinici e i referti medici, ma anche  le vanterie elettroniche su sport estremi, nottate brave e imprudenze al volante.

Informazioni in abbondanza
In effetti, i social network si rivelano una fonte inesauribile di notizie altamente sensibili e sono considerati dalle compagnie assicuratrici uno dei migliori strumenti di indagine sulle abitudini di clienti e potenziali clienti: circa il 70% degli utenti dei social network, infatti, fornisce quotidianamente qualche notizia su di sé, mentre il 18% degli adulti non resiste a inviare un Tweet quotidiano dai contenuti fortemente personali.

Quali informazioni più interessanti per gli assicuratori? Sicuramente quelle riguardanti l’attività fisica: aggiornare via Facebook quotidianamente i propri amici sulle sedute d’allenamento svolte in palestra, per esempio, è letto come un segno di generale buona salute.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.