Le Assicurazioni destinate ai Professionisti della Sanità

I professionisti della sanità sono assicurati per eventuali risarcimenti danni nel caso di errori durante lo svolgimento dell’attività



21 Apr 2008 - 10:13

A forte rischio di contenzioso l’operato dei medici viene sempre più spesso tutelato da polizze contro i casi di “mala practice”.

I più soggetti all’accusa di mala sanità sono in genere i professionisti del settore ortopedico con 4 mila presunti errori medici segnalati nel solo 2007. Questo quanto riportato dal rapporto Pit Salute 2007 di Cittadinanzattiva, che segnala circa 22.380 denunce di disagio di cittadini alle prese con il sistema sanitario nazionale.

I camici bianchi sembrano sbagliare soprattutto in ospedale dove si registra il tasso maggiore di malcontento (il 69% delle segnalazioni), soprattutto in riferimento al periodo di ricovero. Si conquista la pole position di insoddisfazione l’ortopedia con il 18% delle lamentele.

Come difendersi dal contenzioso?

I professionisti della sanità sono assicurati per eventuali risarcimenti danni nel caso di errori durante lo svolgimento dell’attività. La cosa che più sorprende però è che il prezzo delle polizze continui a salire esclusivamente per i liberi professionisti mentre registri significative inflessioni al ribasso nel caso di assicurazioni stipulate da ospedali.

I casi di malapractice

A far lievitare il prezzo delle polizze i numerosi casi di mala sanità esplosi negli ultimi tempi, ma il rincaro polizze non riguarda tutti allo stesso modo. Le differenze riguardano non solo le specializzazioni ma anche la natura della struttura sanitaria entro cui ci si trova ad operare (pubblico o privato).

Un ortopedico che decida di stipulare una polizza annuale con massimale a due milioni e mezzo, infatti, si troverà a pagare oggi 3.500 euro, mentre un otorinolaringoiatra che si trovi a stipulare una polizza con le stesse caratteristiche si troverà a dover corrispondere 1.130 euro contro i 1.050 del 2001.

Il premio inoltre si riduce di un terzo nel caso il professionista operi presso un’azienda pubblica.

Le assicurazioni pubbliche

La maggiore convenienza dei prodotti assicurativi per le strutture sanitarie pubbliche deriva dalla suddivisione del rischio tra più soggetti. Nel caso degli ospedali convenzionati infatti intervengono a coprire parte del rischio i programmi di responsabilità civile gestiti a livello regionale. Nel caso del Piemonte la regione copre un massimale di 500mila euro oltre il quale interviene la polizza.

In generale nel bilancio dello Stato somme importanti sono destinate a coprire la cosiddetta responsabilità civile delle migliaia di dipendenti, e poi la sicurezza di edifici e palazzi, scuole e consultori, acquedotti e strade. Ma il vero esborso  per le casse pubbliche è la cifra che le aziende ospedaliere devono mettere da parte nei bilanci per assicurare i dipendenti, cioè i medici, per responsabilità connesse al proprio lavoro. Un intervento chirurgico che non va bene, l'artroscopia fatta male, il bypass difettoso. Gli incidenti purtroppo sono molti, le richieste di risarcimento altrettanto numerose, gli indennizzi certi ed elevati.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.