Sicurezza domestica: prevenire è meglio

Dati e dettagli sulla polizza Inail a copertura domestica



FTAOnline, Milano, 09 Feb 2009 - 10:17

Corre sul Web la campagna di prevenzione Inail per la sensibilizzare dei lavoratori domestici rispetto al tema dell’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni.

E' nato infatti di recente su MSN il primo “mini sito” (http://inail.it.msn.com/), che propone  aggiornamenti, normative e informazione, ma anche tanto spazio, dedicato alla condivisione e all'interazione, in pieno spirito MSN e Windows Live.

Dalla homepage, infatti, si può accedere direttamente al blog, creato con Windows Live Spaces. Una vera e propria community, dove potersi esprimere liberamente sugli argomenti più vari a partire, ovviamente, dalla sicurezza fino ad abbracciare le diverse problematiche delle casalinghe. Il tutto corredato da video, suoni e immagini. Al termine del progetto tutti i messaggi e i contributi degli utenti verranno pubblicati anche sul sito www.inail.it.

I dati

In attesa di elaborare i dati sul numero di casalinghe che hanno rinnovato l'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni domestici entro il 31 gennaio, l'INAIL diffonde intanto i dati sull'andamento generale dell'assicurazione. In Italia le persone soggette all'obbligo assicurativo perché svolgono in via esclusiva l'attività' di cure domestiche sono, secondo le stime dell'INAIL, poco più di 5 milioni; ad oggi le persone assicurate sono meno della metà ( 2.160.082), anche se il loro numero si e' raddoppiato rispetto al 2001, quando e' entrata in vigore la legge che ha reso obbligatoria l'assicurazione.

Costi e coperture

L'assicurazione, che a suo tempo venne salutata come un doveroso riconoscimento del valore, anche economico, dell'attività' svolta in casa dalle donne, costa 12,91 euro l'anno, interessa i soggetti tra i 18 e i 65 anni e copre con una rendita la morte dell'assicurato e l'inabilita' permanente di almeno il 27% riportata a seguito degli infortuni avvenuti in casa.

L'ambiente domestico infatti e' fonte di pericoli spesso sottovalutati nei quali incorrono ogni anno, secondo le indagini ISTAT, oltre 3 milioni di persone, di cui il 60% donne. Le fasce di popolazione maggiormente a rischio sono ovviamente quelle che trascorrono in casa la maggior parte del tempo, cioè le donne, gli anziani e i bambini.

Dal 2001 ad oggi l'INAIL ha ricevuto in totale 9.889 richieste di indennizzo, che hanno dato luogo a 358 rendite, di cui 16 per casi mortali. Si tratta tuttavia di dati non definitivi in quanto sono ancora in fase di definizione numerose richieste presentate nel 2007 e 2008. La maggior parte delle rendite erogate dall'INAIL, cioe' il 70%, e' determinato da fratture; seguono le ustioni con il 5% e le ferite con il 4%; la maggior parte delle lesioni interessa gli arti superiori ed inferiori. Le fasce di eta' piu' rappresentate tra i titolari di rendita sono quelle dei 61 - 65 e dei 56 - 60 anni.

 

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.