Assicurazioni: la crisi è superata

In ripresa il comparto delle assicurazioni anche se le tariffe restano altissime



FTAOnline, 25 Giu 2015 - 17:27

Buone notizi per il settore assicurativo meno per i consumatori che continuano a pagare le tariffe più alte del mondo.
Abnorme il fenomeno delle frodi.

Si abbassano i prezzi, l’industria riparte ma persistono le frodi

Ottime notizie dal comparto assicurativo che torna a macinare profitti con una raccolta premi decisamente migliore della media europea.

Notizie in agrodolce invece per i consumatori che, nonostante la discesa dei prezzi, si trovano a pagare le tariffe più alte nel confronto internazionale.

Nel dettaglio, la relazione annuale dell’Ivass riguardo il 2014, indica che i prezzi medi dei premi sono calati dell’8% circa grazie ad una maggiore concorrenza e ad un’offerta più diversificata.

Questi due fattori hanno portato molti clienti a cambiare assicurazione spuntando una riduzione media del premio del 22%.

Il fenomeno del caro assicurazioni sembra quindi indirizzato a una graduale soluzione per effetto della diminuzione dei sinistri (-6%) e del costo dei risarcimenti (-1,5%) anche se l’enorme presenza di frodi impedisce al mercato italiano di avvicinarsi agli standard europei.

In conclusione si può dire che la crisi che aveva colpito le assicurazioni nel biennio 2010-2011 sia definitivamente superata con un ritorno dei profitti a quota 5-6 miliardi di euro annui.
Per quanto riguarda la raccolta premi la crescita è stata del 20% anche se l’aumento è dovuto quasi esclusivamente al comparto vita.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.