20 anni di STAR: STAR Conference 2021

23 Mar 2021 - 10:30

Borsa Italiana celebra i 20 anni del segmento STAR, nato nel 2001 con l’obiettivo di valorizzare le Small&Mid Cap eccellenti nei confronti degli investitori italiani ed esteri

Dal 23 al 25 marzo 2021, 65 società STAR incontreranno in circa 2.800 meeting gli oltre 320 investitori in rappresentanza di 184 case di investimento, per il 61% estere

Dalla sua nascita nel 2003, l’indice FTSE Italia STAR ha realizzato una performance del 495% (Dati al 22 marzo 2021)

Quest’anno le tematiche ESG saranno al centro delle iniziative dedicate alle Società STAR

Al via oggi fino al 25 marzo, la ventesima edizione della STAR Conference, anche quest’anno in versione digitale, dedicata all’incontro tra le società quotate sul segmento STAR e gli investitori italiani e internazionali.

Circa 2.800 incontri organizzati per le 65 società STAR presenti con oltre 320 investitori in rappresentanza di 184 case d’investimento di cui il 61% estere (Francia 16%, Svizzera 8%, UK 14%, Germania 10%, Spagna 4%, Nord America 3%, altro 6%) e con oltre 70 analisti.

La STAR Conference vedrà interventi di analisti finanziari ed esperti sul  contesto di mercato e un esame dei trend e delle performance delle società quotate che saranno disponibili anche nella sezione del sito di Borsa Italiana dedicata.  

2001-2021: 20 anni del segmento STAR

Nato nel 2001 con l’obiettivo di valorizzare le Small&Mid Cap eccellenti, il segmento STAR comprende oggi 76 società quotate con una capitalizzazione complessiva pari a circa 50 miliardi di euro e una raccolta, nei 20 anni, di circa 10 miliardi di euro in quotazione o con successivi aumenti di capitale.

Dal 2001 STAR è sinonimo di trasparenza informativa, liquidità dei titoli e buona governance: i tre pilastri su cui si fonda la proposta di best-practice pensata per dare visibilità alle medie imprese italiane quotate e attrarre investitori internazionali.

Si conferma l’importante presenza degli investitori internazionali all’interno del capitale delle STAR: l’87% della quota di capitale detenuta da investitori istituzionali è rappresentata infatti da investitori esteri. In ordine di Market Value per area geografica: Europa continentale 35%, Nord America 28%, UK 16%, Italia 13%, Paesi Nordici 7%, altro 1%.

I settori rappresentati sono 16. In ordine di Market Cap, i principali sono: Industrial Goods & Services, Financial Services, Health Care e Technology.

Dalla sua nascita nel 2003, l’indice FTSE Italia STAR ha realizzato una performance del 495% (dato al 22 marzo 2021).

Nell’anno del ventennale di STAR, Borsa Italiana ha avviato con le società un percorso di approfondimento sulle tematiche ESG, con l’obiettivo di incoraggiare le società STAR ad essere protagoniste tra le small & mid cap.

Barbara Lunghi, responsabile dei mercati primari di Borsa Italiana, ha detto:

"Dal 2001 STAR è sinonimo di trasparenza, liquidità, buona governance ed eccellenza imprenditoriale sia nella comunità finanziaria sia nella business community. Le società STAR rappresentano le eccellenze del tessuto imprenditoriale del nostro Paese, il motore che, soprattutto in un momento complesso a livello macroeconomico come quello attuale, può giocare un ruolo fondamentale nel ridisegnare gli scenari economici post-pandemici. Negli ultimi 20 anni lo STAR ha dimostrato di essere l’ambiente ideale per poter realizzare ambizioni di crescita a livello globale anche grazie alla forte

presenza di investitori internazionali. Con la STAR Conference, appuntamento chiave nell’agenda della comunità finanziaria nazionale ed internazionale, Borsa Italiana vuole incoraggiare il dialogo tra società, investitori e la comunità finanziaria per consolidare le relazioni esistenti e attrarre sempre nuovi pool di liquidità."

Le società del segmento STAR che partecipano alla Conference sono:

ABITARE IN  –  AEROPORTO DI BOLOGNA  –  ALKEMY  –  AQUAFIL  –  ARNOLDO MONDADORI EDITORE  –  ASCOPIAVE  –  AVIO  –  B&C SPEAKERS  –  BANCA IFIS  –  BB BIOTECH  –  BE  –  BIESSE  –  CAIRO COMMUNICATION  –  CAREL INDUSTRIES  –  CELLULARLINE  –  CEMBRE  –  CEMENTIR HOLDING  –  D'AMICO INTERNATIONAL SHIPPING  –  DATALOGIC  –  DEA CAPITAL  –  EL.EN. ELICA  –  EMAK  –  EQUITA GROUP  –  ESPRINET  –  EUROTECH-F.I.L.A.  –  FALCK RENEWABLES  – FIERA MILANO  –  GEFRAN  –  GRUPPO MUTUIONLINE  –  GUALA CLOSURES  –  IGD SIIQ  –  ILLIMITY BANK  –  IRCE-ISAGRO  –  ITALMOBILIARE   –  LA DORIA  –  LANDI RENZO  –  MARR  –  MONDO TV  –  NEODECORTECH  –  NEWLAT FOOD  –  OPENJOBMETIS  –  ORSERO  –  PHARMANUTRA  –  PIOVAN  –  PRIMA INDUSTRIE  –  RENO DE MEDICI  –  REPLY  –  RETELIT  –  SABAF  – SAES GETTERS  –  SANLORENZO  –  SERVIZI ITALIA  –  SESA  –  SICIT GROUP SOGEFI  –  TAMBURI INVESTMENT PARTNERS  –  TESMEC  –  TINEXTA –  TXT E-SOLUTIONS  –  UNIEURO  –  WIIT  –  ZIGNAGO  –  VETRO

Hanno contribuito ad organizzare i meeting della Virtual STAR Conference 2021 – Spring Edition Alantra, Banca Akros, Banca Finnat, Bestinver, BPER Banca, CFO SIM, Equita, Exane BNP Paribas, Intermonte, Intesa Sanpaolo – Divisione IMI Corporate & Investment Banking, Kepler Cheuvreux, Mediobanca, Stifel.

Scarica pdf

 

 

Archivio Comunicati stampa

2020 | 2019 | 2018 | 2017 | 2016 | 2015 | 2014 | 2013 | 2012 | 2011 | 2010 | 2009 | 2008 | 2007 | 2006 | 2005 | 2004 | 2003 | 2002 | 2001 | 2000 | 1999 | 1998 |


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.