Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Borsa Italiana dà il benvenuto su ETFplus a Rize ETF

25 Feb 2020 - 14:30

Rize ETF: nuovo emittente su ETFplus di Borsa Italiana

Rize ETF quota 1 nuovo ETF e diventa il ventiduesimo emittente su ETFplus

L’AUM del mercato ETFplus raggiunge il record di 89,89 miliardi di Euro

 

Borsa Italiana dà oggi il benvenuto su ETFplus a Rize ETF, emittente europeo specializzato in ETF tematici.

Rize ETF quota il suo primo ETF (RIZE Cybersecurity and Data Privacy UCITS ETF) su ETFplus e rappresenta il ventiduesimo emittente di ETF sul mercato italiano. 

La quotazione del nuovo strumento di Rize ETF porta a 1.288 il numero totale degli strumenti disponibili sul mercato ETFplus, di cui 1.070 ETF e 218 ETC/ETN. L’AUM del mercato ETFplus raggiunge il record di 89,89 miliardi di Euro.

A gennaio 2020 ETFplus ha segnato un nuovo record raggiungendo i 555.719 contratti mensili. Da inizio anno sono stati raccolti 1,68 miliardi di Euro.

Pietro Poletto, Global Head of Fixed Income Products and Co-Head of Equity, Funds & Fixed Income, Secondary Markets, di Borsa Italiana ha commentato:

“Siamo felici di dare oggi il benvenuto a Rize ETF, che con la quotazione del suo primo ETF tematico, diventa il ventiduesimo emittente sul mercato ETFplus di Borsa Italiana. La quotazione di questo nuovo strumento sul cybersecurity consentirà alla società di raggiungere un’amplia platea di investitori, cogliendo importanti opportunità di un settore in continua evoluzione. Il debutto in Italia di Rize ETF rappresenta un’ulteriore conferma della crescente centralità di ETFplus nel panorama economico globale, con un AUM che ha recentemente raggiunto il record di 89,89 miliardi di Euro.”

Rahul Bhushan, Co-Fondatore di Rize ETF, ha dichiarato:

“Il cybersecurity è sempre stato un settore interessante per noi, fin da quando nel 2015 abbiamo lanciato il primo ETF sul cybersecurity in Europa. Il mercato sta ora entrando in una nuova fase di crescita, con tecnologie come l’intelligenza artificiale e il cloud che stanno cambiando rapidamente le procedure di sicurezza e le infrastrutture digitali globali. Il settore è poi favorito da regolamentazioni come la GDPR in Europa e il CCPA negli Stati Uniti, quest’ultimo in vigore dal primo gennaio di quest’anno. CYBR è costruito per beneficiare di queste nuove spinte strutturali, e progettato con uno sguardo ai prossimi 5 anni per cogliere la crescita che ci aspettiamo da questa seconda ondata di cybersecurity.”

Scarica pdf (pdffile pdf - 183 KB)

Archivio Comunicati stampa

2019 | 2018 | 2017 | 2016 | 2015 | 2014 | 2013 | 2012 | 2011 | 2010 | 2009 | 2008 | 2007 | 2006 | 2005 | 2004 | 2003 | 2002 | 2001 | 2000 | 1999 | 1998 |


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.