ExtraMOT PRO3 Finanza di Mercato per le PMI

31 Gen 2020 - 16:30
  • Si è tenuto oggi a Ragusa l’evento promosso dalla Banca Agricola Popolare di Ragusa “Finanza di Mercato al Servizio delle PMI: opportunità di crescita”
  • Pietro Poletto, Global Head of Fixed Income Products e Co-Head of Equity, Funds & Fixed Income - Secondary Markets di Borsa Italiana, tra i relatori
  • Prosegue l’impegno di Borsa Italiana nel supportare iniziative volte a creare nuove opportunità di funding per le PMI del Paese attraverso il segmento obbligazionario ExtraMOT PRO3
  • Ad oggi i segmenti professionali di ExtraMOT di Borsa Italiana hanno raccolto 407 strumenti per oltre 30 miliardi di Euro emessi da 253 società

Prosegue l’impegno di Borsa Italiana nel supportare iniziative volte a creare nuove opportunità di funding per le PMI. In particolare, rilevante la presenza di Borsa Italiana anche ad inizio 2020 sul territorio grazie al convegno promosso dalla Banca Agricola Popolare di Ragusa e la partecipazione di Anthilia SGR.

Significativa la presenza in Sicilia, territorio ricco di eccellenze che conta già 9 emissioni quotate su ExtraMOT PRO3 da parte di 5 aziende al primo ingresso nel mercato dei capitali rappresentanti i settori dei beni al consumo, dell’industria e delle energie sostenibili. La transizione ad un’economia caratterizzata da uno sviluppo sostenibile è infatti sempre più al centro anche dell’interesse e delle strategie di crescita delle piccole e medie imprese italiane, che Borsa Italiana vuole accompagnare in questo fondamentale passaggio culturale attraverso attività di education e promuovendo momenti di incontro e condivisione, all’interno dell’intera comunità finanziaria, delle best practices in ambito sostenibile.

L’ultima novità riguarda la nascita, lo scorso 16 settembre, di un nuovo segmento ExtraMOT PRO3, dedicato all'emissione di obbligazioni o titoli di debito da parte di società non quotate su mercati regolamentati, PMI o aventi un valore di emissione inferiore a 50 milioni di Euro. Il nuovo segmento obbligazionario si affianca a AIM Italia, mercato azionario per la crescita delle PMI, con l’intento di introdurre ai mercati dei capitali un ampio vivaio di aziende italiane ad alto potenziale di crescita. Dopo l’esperienza maturata con ExtraMOT PRO dal 2013, l’introduzione del nuovo segmento si è resa opportuna al fine di razionalizzare l'offerta degli strumenti finanziari emessi da società costituite primariamente da piccole medie imprese in crescita, anche alla luce dei lavori comunitari in tema di Capital Market Union. Il segmento accresce ulteriormente la visibilità delle società ivi quotate, e permette loro di beneficiare delle iniziative mirate a facilitare l'accesso ai capitali e ridurre i costi di market funding.

Il nuovo segmento prevede specificatamente la possibilità di ammettere alle negoziazioni i cosiddetti infrastructure bond e gli strumenti finanziari emessi in relazione ad operazioni di cartolarizzazione aventi ad oggetto obbligazioni ed altri strumenti finanziari di debito emessi da società aventi le caratteristiche sopra esposte. Quest’ultimi consentono alle PMI coinvolte di ridurre i costi di market funding ed, al contempo, con la quotazione anche delle singole obbligazioni incluse nello strumento di cartolarizzazione, di beneficiare degli effetti che la quotazione e la trasparenza comportano in termini di migliore performance economica e di introduzione di best practice internazionali nel governo societario, come recenti studi di ISTAT e School of Economics del Politecnico di Milano promossi da Borsa Italiana dimostrano.

Ad oggi i segmenti professionali di ExtraMOT hanno accolto 407 strumenti per oltre 30 miliardi di euro emessi da 253 società di cui solo 36 sono società quotate.  

Il mercato è supportato da 20 Fixed Income Partner, 11 Listing Sponsor e una quindicina di Società testimonial.

A margine del convegno promosso dalla Banca Agricola Popolare di Ragusa, Pietro Poletto, Global Head of Fixed Income Products and Co-Head of Equity, Funds & Fixed Income, Secondary Markets, ha dichiarato:

"Guardiamo con interesse alle PMI siciliane e ringraziamo la Popolare di Ragusa per questa opportunità di incontro con belle realtà imprenditoriali. Siamo molto contenti dell’entusiasmo con cui è stato accolto il nuovo segmento, e più in generale la rimodulazione dell’offerta obbligazionaria di Borsa Italiana per le società italiane e gli intermediari finanziari. Abbiamo una pipeline in termini di richieste di ammissioni alle negoziazioni molto ricca per i prossimi mesi sul mercato ExtraMOT e ci attendiamo un 2020 in crescita in termini di nuove quotazioni in linea con la crescita boom dell’ultimo trimestre 2019."

Saverio Continella, Direttore Generale della Banca Agricola Popolare di Ragusa, ha commentato: 

“Sono davvero molto soddisfatto per gli esiti dell’evento che abbiamo organizzato con la collaborazione di Borsa Italiana e di Anthilia. Noi ci rivolgiamo al territorio siciliano nel suo complesso, ovvero alle famiglie, alle istituzioni, agli enti locali ma, è evidente ed insito nella accezione storica dell’essere una banca popolare, sono le piccole e medie imprese che reggono l’economica e la banca ne è attore determinante. Banca Agricola Popolare di Ragusa ha sempre guardato al comparto come attore privilegiato nel sempre delicato mondo del credito. Pensare allo sviluppo e alla crescita dell’impresa richiede ripensare la struttura finanziaria prevedendo anche una maggiore diversificazione. Chi gestisce una piccola e media impresa dovrebbe attentamente valutare l’opportunità di una crescita qualitativa e di una diversificazione della struttura finanziaria anche con strumenti alternativi, quali il mini-bond. Nel nostro territorio abbiamo delle eccellenze ed è principalmente a queste aziende che abbiamo dedicato questa giornata affinché con le loro potenzialità e il nostro supporto finanziario, la nostra professionale consulenza e la radicata conoscenza del territorio, si possa continuare a crescere insieme.”

Scarica pdf (pdffile pdf - 222 KB)

Archivio Comunicati stampa

2019 | 2018 | 2017 | 2016 | 2015 | 2014 | 2013 | 2012 | 2011 | 2010 | 2009 | 2008 | 2007 | 2006 | 2005 | 2004 | 2003 | 2002 | 2001 | 2000 | 1999 | 1998 |


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.