Green bond da 600 milioni di Euro su ExtraMOT PRO

14 Lug 2020 - 11:00

  • Nuovo green bond da 600 milioni di euro di Gruppo Generali sul segmento ExtraMOT PRO di Borsa Italiana
  • Con questa nuova obbligazione, il listino dei titoli per lo sviluppo sostenibile sui mercati obbligazionari di Borsa Italiana raggiunge oltre 120 strumenti quotati

Borsa Italiana dà oggi il benvenuto sul segmento dedicato ai green e/o social bond di ExtraMOT PRO al nuovo green bond di Gruppo Generali, società leader in Italia nella vendita di prodotti assicurativi.

L'emissione ha un controvalore di 600 milioni di euro, paga interessi a tasso fisso pari al 2,429% e ha scadenza il 14 luglio 2031.

Il segmento dedicato ai green e/o social bond dei mercati obbligazionari di Borsa Italiana offre agli investitori istituzionali e retail la possibilità di identificare gli strumenti i cui proventi vengono destinati al finanziamento di progetti con specifici benefici o impatti di natura ambientale e/o sociale.

Pietro Poletto, Global Head of Fixed Income Products and Co-Head of Equity - Funds & Fixed Income, Secondary Markets, Borsa Italiana, ha commentato:

"Il mercato degli investimenti sostenibili continua a crescere e strumenti finanziari green o ESG come il Green bond di Gruppo Generali dimostrano la sempre maggiore attenzione al tema da parte della comunità finanziaria. Borsa Italiana riveste un ruolo chiave nel favorire la finanza sostenibile e tra i suoi principali obiettivi ha proprio quello di dare un contributo concreto alla promozione di una cultura finanziaria sempre più orientata verso un’economia circolare. E’ anche grazie a emittenti quali Gruppo Generali che il listino per i titoli sostenibili di Borsa Italiana raggiunge oltre 120 strumenti quotati."

Cristiano Borean, Group CFO di Generali, ha detto:

"Siamo molto soddisfatti della positiva accoglienza ricevuta dal nostro secondo green bond e, in particolare, dell’interesse suscitato in una platea molto ampia di investitori internazionali. Crediamo molto agli investimenti in ambito ESG e siamo convinti che in futuro avranno un’importanza sempre crescente nella creazione di valore per tutti gli stakeholder."

Scarica il pdf (pdffile pdf - 333 KB)

Archivio Comunicati stampa

2019 | 2018 | 2017 | 2016 | 2015 | 2014 | 2013 | 2012 | 2011 | 2010 | 2009 | 2008 | 2007 | 2006 | 2005 | 2004 | 2003 | 2002 | 2001 | 2000 | 1999 | 1998 |


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.