Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Il segmento green di Borsa Italiana continua a crescere con l’obbligazione Enel

21 Gen 2019 - 10:50

-       Un nuovo Green Bond da un miliardo emesso da Enel e quotato sul segmento ExtraMOT PRO

-       I fondi raccolti finanzieranno progetti legati alla sostenibilità sociale e ambientale

 

Borsa Italiana dà il benvenuto al nuovo green bond di Enel sul segmento ExtraMOT PRO.

L'emissione prevede il rimborso in unica soluzione con scadenza il 21 luglio 2025 e il pagamento di una cedola a tasso fisso pari a 1,5%. Il prezzo di emissione, è stato fissato pari a 98,565% e il rendimento effettivo a scadenza è pari a 1,736%.

L’obbligazione, da un miliardo di Euro, viene inclusa nel segmento dedicato ai green e/o social bond di Borsa Italiana nato per offrire agli investitori istituzionali e retail la possibilità di identificare gli strumenti i cui proventi vengono destinati al finanziamento di progetti con specifici benefici o impatti di natura ambientale e/o sociale.  

I proventi netti dell’emissione saranno utilizzati per finanziare o rifinanziare gli Eligible Green Projects di Enel nell’ambito delle rinnovabili, delle reti, incluse le smart grid, della mobilità sostenibile, smart lighting, efficienza energetica e demand response.

Con questa nuova obbligazione di Enel, il listino dei titoli per lo sviluppo sostenibile sui mercati obbligazionari di Borsa Italiana si arricchisce di un’ulteriore importante emissione sovranazionale. Il segmento Green e Social raggiunge così quota 71 strumenti quotati.

 

Pietro Poletto, Responsabile dei mercati ETF e obbligazionari del Gruppo London Stock Exchange, ha commentato:

“Le tematiche di Enviromental, Social e Governance (ESG) stanno sempre più a cuore agli investitori di tutto il mondo. Sono infatti ritenute fondamentali nello stabilire le loro politiche di investimento. Borsa Italiana, attraverso il segmento Green e Social, ha voluto offrire uno strumento importante per individuare le obbligazioni che finanziano progetti di impatto ambientale e/o sociale, allineandosi così alle best practice internazionali. Negli ultimi anni si è vista una espansione più significativa anche grazie alla spinta impressa dalla Cop21, la conferenza parigina sui cambiamenti climatici, e dagli accordi sul clima. Siamo felici che il segmento continui a crescere anche con l’emissione di Enel e che i mercati di Borsa Italiana possano ulteriormente confermarsi un punto di riferimento per gli investitori attenti alla finanza sostenibile”.

 

Scarica pdf (pdffile pdf - 189 KB)

Archivio Comunicati stampa

2018 | 2017 | 2016 | 2015 | 2014 | 2013 | 2012 | 2011 | 2010 | 2009 | 2008 | 2007 | 2006 | 2005 | 2004 | 2003 | 2002 | 2001 | 2000 | 1999 | 1998 |


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.