Due nuovi green bond di Asja Ambiente Italia su ExtraMOT PRO3

16 Dic 2019 - 11:49

  • Due nuovi green bond da rispettivamente 20 milioni e 1 milione di Euro di Asja Ambiente Italia S.p.A. quotati sul segmento obbligazionario ExtraMOT PRO3 di Borsa Italiana
  • I due green bond hanno un tasso fisso rispettivamente del 5,75% e 5,20%
  • I fondi derivanti dall’emissione delle obbligazioni verranno utilizzati prevalentemente per finanziare lo sviluppo e la costruzione di una pipeline nel settore del biometano da FORSU

Borsa Italiana dà il benvenuto su ExtraMOT PRO3 a due nuovi green bond di Asja Ambiente Italia S.p.A., realtà aziendale leader nel settore della produzione e vendita di energia elettrica da fonti rinnovabili.

Le emissioni hanno un ammontare rispettivamente di 20 milioni e 1 milione di Euro con scadenza il 29 giugno 2027 e l’1 ottobre 2024. Le obbligazioni hanno un tasso fisso del 5,75% e del 5,20% e prevedono il rimborso tramite piano di ammortamento.

I due prestiti obbligazionari sono finalizzati a finanziare prevalentemente gli investimenti previsti nel piano industriale 2019-2023, in particolare lo sviluppo e la costruzione di una pipeline nel settore del biometano da FORSU in Italia.

L’obbligazione è stata inclusa nel segmento dedicato ai green e/o social bond di ExtraMOT PRO3 di Borsa Italiana, nato per offrire agli investitori istituzionali e retail la possibilità di identificare gli strumenti i cui proventi vengono destinati al finanziamento di progetti con specifici benefici o impatti di natura ambientale e/o sociale. 

Con le nuove obbligazioni di Asja Ambiente Italia S.p.A., il listino dei titoli per lo sviluppo sostenibile sui mercati obbligazionari di Borsa Italiana raggiunge il numero di 94 strumenti quotati dalla nascita del segmento.

Pietro Poletto, Global Head of Fixed Income Products and Co-Head of Equity, Funds & Fixed Income, Secondary Markets di Borsa Italiana, ha dichiarato:

“Con grande piacere diamo il benvenuto su ExtraMOT PRO3 a due nuove obbligazioni di Asja Ambiente Italia S.p.A., che a seguito della prima emissione prosegue la sua presenza suoi nostri mercati con la quotazione di due nuovi strumenti di natura green. Come Borsa Italiana contribuiamo attivamente alla promozione di una cultura finanziaria sempre più orientata alla sostenibilità. Crediamo infatti nello sviluppo di un mercato sostenibile, che grazie a emittenti quali Asja Ambiente Italia S.p.A., continua a dimostrarsi dinamico e in costante crescita. Siamo sicuri che la quotazione di questi nuovi green bond consentirà all’azienda leader nel suo settore di raggiungere i suoi più ambiziosi obiettivi di sostenibilità ambientale ed economia circolare.”

Agostino Re Rebaudengo, Presidente di Asja Ambiente, ha commentato:

“Ridurre le emissioni di CO2 e il consumo di risorse, applicando i principi dell’economia circolare, è da 25 anni la nostra missione. Lavoriamo sempre con il massimo impegno e siamo felici della fiducia che Anthilia Capital Partners, Finint Investments SGR, Consultinvest, Banca Popolare di Ragusa e Confidi Systema! hanno già dimostrato sottoscrivendo oltre la metà del nostro green bond. È anche grazie a questi investitori che le imprese italiane possono crescere e creare occupazione sostenibile.”

Giovanni Landi, Vicepresidente Esecutivo di Anthilia Capital Partners, ha commentato:

“Asja Ambiente Italia è una realtà aziendale leader nella produzione di energia di fonti rinnovabili e di biogas da sfruttamento dei rifiuti organici. Lo spirito innovativo e all’avanguardia del Gruppo in termini di sostenibilità ambientale è riconosciuto sia in Italia che all’estero e lo sviluppo di impianti FORSU è un chiaro esempio di economia circolare, funzionale alla crescita non soltanto dell’azienda ma anche delle comunità territoriali interessate. Siamo orgogliosi di aver preso parte principale e attiva alla sottoscrizione del green bond, ulteriore stimolo a supporto del piano di crescita di Asja Ambiente.”

Simone Lucatello, Partner dello Studio Legale Simmons & Simmons e Listing Sponsor di ExtraMOT PRO3, ha commentato:

“Siamo davvero orgogliosi di aver dato il nostro contributo alla realizzazione di questa importante operazione da parte di un’azienda così innovativa e verde.”

Archivio Comunicati stampa

2020 | 2019 | 2018 | 2017 | 2016 | 2015 | 2014 | 2013 | 2012 | 2011 | 2010 | 2009 | 2008 | 2007 | 2006 | 2005 | 2004 | 2003 | 2002 | 2001 | 2000 | 1999 | 1998 |


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.