Oggi TheSpac debutta su AIM Italia

02 Ago 2018 - 10:55

-   La società ha raccolto 60 milioni di Euro

-   TheSpac è promossa da Vitaliano Borromeo, Marco Galateri di Genola, Giovanni Lega

Oggi è il primo giorno di negoziazioni su AIM Italia per TheSpac, la SPAC (special purpose acquisition company) promossa da Vitaliano Borromeo, Marco Galateri di Genola e Giovanni Lega.

L’attività di investimento di TheSpac sarà principalmente rivolta ad una azienda target di piccole – medie dimensioni, con equity value compreso nel range di 70 – 200 milioni di Euro, con chiara attitudine all’internazionalizzazione del proprio business e possibilità di crescita per mezzo di aggregazioni strategiche o con elevata potenzialità di crescita organica.

In fase di collocamento la società ha raccolto 60 milioni di Euro. Il flottante al momento dell’ammissione è del 70,2%. TheSpac è stata assistita da Banca IMI in qualità di Global Coordinator, Nomad e Specialist.

Da domani TheSpac sarà inserita anche nel paniere dell’indice FTSE AIM Italia.

In occasione dell’inizio delle negoziazioni Barbara Lunghi, Head of Primary Markets di Borsa Italiana, ha commentato:

“Le SPAC si stanno sempre più consolidando come strumenti efficaci per accompagnare le società che vogliono accelerare il loro processo di crescita e arrivare in quotazione. Il debutto di TheSpac, ottava SPAC che fa il suo ingresso su AIM Italia dall’inizio del 2018, mostra come il mercato apprezzi questo strumento che rappresenta una alternativa al tradizionale processo di quotazione. Siamo certi che i capitali raccolti finanzieranno importanti progetti di una delle tante imprese eccellenti del nostro paese”.

Marco Galateri, Presidente di TheSpac, ha dichiarato:

“TheSpac non nasce come semplice operazione finanziaria, ma come progetto di investimento industriale mirato alla creazione di valore a lungo termine. Siamo molto soddisfatti di esser riusciti a portare a termine l’operazione di IPO, un risultato raggiunto grazie al contributo di tutto il nostro team, al convinto supporto di Banca Imi e ovviamente alla fiducia che ci hanno dato gli investitori. Ma questo per noi è solo l’inizio: grazie ai capitali raccolti puntiamo a valorizzare il meglio che il Made in Italy ha da offrire, in uno dei settori che abbiamo conosciuto nel corso delle nostre carriere. Il nostro obiettivo è dare un supporto concreto alla crescita della società target, avvalendoci della lunga esperienza manageriale dei promotori”.

Per scaricare il PDF: VISUALIZZA PDF pdf

Archivio Comunicati stampa

2020 | 2019 | 2018 | 2017 | 2016 | 2015 | 2014 | 2013 | 2012 | 2011 | 2010 | 2009 | 2008 | 2007 | 2006 | 2005 | 2004 | 2003 | 2002 | 2001 | 2000 | 1999 | 1998 |


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.