Al via l’Italian Equity Roadshow in Asia e Australia

18 Giu 2018 - 14:30

-    Le tappe asiatiche del Roadshow 2018 sono Tokyo, Seoul, Hong Kong e Singapore

-    Le tappe australiane del Roadshow 2018 sono Sydney e Melbourne

-    12 società quotate, oltre 110 investitori in rappresentanza di 70 case d’investimento 

 

Riparte oggi da Tokyo e Seoul l’Italian Equity Roadshow di Borsa Italiana. Le altre tappe asiatiche saranno il 19 a Hong Kong e il 20 a Singapore. Per quanto riguarda l’Australia, Borsa Italiana sarà il 21 giugno a Melbourne e il 22 e il 25 giugno a Sydney.

Dodici società quotate incontrano gli investitori istituzionali e la comunità finanziaria domestica in one to one meeting dove illustreranno risultati raggiunti e obiettivi futuri. Le società rappresentano i principali settori dell’economia italiana: dalle infrastrutture alle società industriali, dal food & beverage alle finanziarie.

Le aziende che Borsa Italiana accompagna in Asia e Australia sono: Anima Holding, Banca Mediolanum, Brembo, Campari, EI Towers, ENAV, GIMA TT, IMA, Interpump Group, Maire Tecnimont, Ray Way e Recordati. Saranno oltre 110 gli investitori presenti in rappresentanza di 70 case di investimento.

In aggiunta ai meeting riservati tra le società presenti e gli investitori, Borsa Italiana incontrerà la comunità finanziaria locale a Tokio, Seoul, Hong Kong, Singapore e Sydney in occasione di presentazioni pubbliche organizzate in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri, ICE ed Ambasciate e Consolati Italiani delle cinque città.

Sono oltre 100 le case di investimento dell’area Asia-Pacific con posizioni nei titoli del FTSE MIB per il tramite di 190 fondi, detenendo complessivamente oltre 5 miliardi di euro.

Barbara Lunghi, Head of Primary Markets di Borsa Italiana, ha commentato:

“L’Italian Equity Roadshow rientra nella strategia di valorizzazione e promozione del mercato azionario italiano presso la comunità finanziaria internazionale. Ci concentriamo in questi giorni su una delle aree geografiche a maggiore crescita e da cui continuano ad arrivare investimenti sempre più importanti. Gli incontri organizzati in Asia e Australia sono significativi dell’interesse nei confronti del mercato italiano e rappresentano un’opportunità per alimentare la relazione strategica e il dialogo tra le società italiane e questi importanti investitori, mettendo in luce le potenzialità del nostro listino”.

Patrizia Celia, Head of Large Caps and Market Intelligence di Borsa Italiana, ha dichiarato:

“Borsa Italiana vuole valorizzare le migliori imprese italiane nel mondo. Iniziative di questo tipo confermano la forte vocazione internazionale del nostro mercato e di anno in anno rafforzano l’interesse degli investitori internazionali verso le imprese italiane. Il dialogo con la comunità finanziaria non domestica è fondamentale per facilitare la comprensione delle dinamiche macro-economiche e politiche a supporto delle decisioni di investimento nelle singole società”.

Per scaricare il PDF: VISUALIZZA PDF pdf

Archivio Comunicati stampa

2020 | 2019 | 2018 | 2017 | 2016 | 2015 | 2014 | 2013 | 2012 | 2011 | 2010 | 2009 | 2008 | 2007 | 2006 | 2005 | 2004 | 2003 | 2002 | 2001 | 2000 | 1999 | 1998 |


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.