Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Borsa Italiana vince il premio CORPORATE ART AWARD

22 Nov 2017 - 17:41

·         Ricevuti al Quirinale l’AD Raffaele Jerusalmi e il Presidente Andrea Sironi alla presenza del Presidente della Repubblica in una cerimonia dedicata alle aziende “Mecenati del ventunesimo secolo”

 

Sono stati annunciati oggi a Roma, alla presenza del Ministro Franceschini, presso il Ministero dei Beni e Attività Culturali e Turismo, i nominativi dei vincitori dei Corporate Art Awards, i premi ideati da pptArt per identificare, valorizzare e promuovere le eccellenze del mecenatismo istituzionale, aziendale e privato a livello internazionale.

L’iniziativa ha coinvolto 80 aziende e 20 istituzioni, da 18 nazioni diverse, in 4 continenti.

Borsa Italiana ha vinto il prestigioso premio per l’approccio diversificato alla promozione di iniziative artistiche.

Borsa Italiana, da sempre attenta a valorizzare le eccellenze italiane, è impegnata in numerose attività e iniziative dedicate al mondo dell’arte e della cultura. In particolare ha dato il via nel 2015 a un’iniziativa di sistema dedicata al mondo dell’arte: “Rivelazioni”. Si tratta di un progetto di mecenatismo diffuso e di partnership tra privati e istituzioni culturali che prevede un accordo programmatico con alcuni dei principali musei d’Italia, dedicato al restauro di opere di pregio spesso conservate nei depositi in attesa di essere esposte nuovamente. Nell’ambito di questo progetto Borsa Italiana promuove presso la comunità imprenditoriale e finanziaria la raccolta di risorse per il restauro che prevede che ciascun mecenate “adotti” un’opera che verrà poi ”rivelata” nuovamente al pubblico.

Rivelazioni è alla seconda edizione e altre sono in programma nei prossimi mesi: la prima, ormai conclusa con successo, con la Pinacoteca di Brera e la seconda, ora in corso, con le Gallerie dell’Accademia di Venezia. La prima edizione ha visto il restauro di 8 opere che erano nei depositi della Pinacoteca e che sono state riportate al loro massimo splendore, visibili al pubblico e digitalizzate.

Le Gallerie dell’Accademia hanno selezionato 8 opere per il restauro. Per 3 di queste Borsa Italiana ha già individuato i mecenati. Si tratta di Tecno srl che ha finanziato il restauro di “San Domenico che istituisce il Rosario”, SAVE Spa grazie alla cui donazione sarà recuperato “Pitagora filosofo” di Pietro Longhi e Lyxor ETF che ha scelto il quadro della pittrice Giulia Lama “Giuditta e Oloferne”. I restauri delle 3 opere inizieranno a breve e saranno conclusi nel 2018.

Una delle chiavi di successo dell’iniziativa è la “Valorizzazione”. Infatti non si tratta solo di restaurare e conservare opere d’arte ma anche farle “vivere” dando la possibilità alle aziende che le restaurano di organizzare attività che diano visibilità, valore e importanza al restauro.

Per rafforzare il suo impegno nel mondo dell’arte è stato poi creato recentemente un piccolo spazio espositivo, BIG Borsa Italiana Gallery, nella sede di Borsa Italiana a Milano in cui ospitare opere d’arte tra cui quelle restaurate nell’ambito di Rivelazioni. Si tratta di “pop-up museum” (definizione di James Bradburne, Direttore della Pinacoteca di Brera) che vuole essere un punto di incontro tra arte e finanza. BIG è una vetrina al di fuori delle sedi museali, per sensibilizzare ai temi legati all’arte e alla cultura la community finanziaria.

Tra le molte attività Borsa Italiana è anche impegnata in iniziative culturali come Bookcity, Museocity, MIART, le giornate di primavera del FAI, ed è sostenitrice di numerosi musei come il MAXXI di Roma e la Triennale di Milano.

Valentina Sidoti, Responsabile Investitori Istituzionali e Responsabile del progetto Finance for Fine Arts di Borsa Italiana:
“Siamo onorati di ricevere questo prestigioso riconoscimento che premia l’impegno di Borsa Italiana per la valorizzazione del patrimonio artistico italiano. Borsa Italiana, che ricopre una posizione centrale nella comunità economica e finanziaria italiana, è da sempre impegnata nella promozione dell’eccellenza italiana e vede nel sostegno al nostro patrimonio artistico uno strumento essenziale per lo sviluppo economico del nostro Paese. Il progetto “Rivelazioni” nello specifico si propone di diffondere la cultura del mecenatismo e renderlo facilmente accessibile a tutti attraverso la collaborazione tra pubblico e privato”.

Luca Desiata curatore dei Premi "Corporate Art Awards 2017" ha affermato:
“Siamo molto contenti di premiare Borsa Italiana, che rappresenta uno snodo importante per promuovere l’arte tra le aziende quotate, attraverso un approccio diversificato alla promozione di iniziative artistiche con progetti come “Finance for Fine Arts”, “Rivelazioni”, BIG Borsa Italiana Gallery”.

Nell’occasione l’Amministratore Delegato Raffaele Jerusalmi e il Presidente Andrea Sironi sono stati ricevuti al Quirinale alla presenza del Presidente della Repubblica in una cerimonia dedicata alle aziende “Mecenati del ventunesimo secolo”.

Per scaricare il comunicato stampa in PDF: (pdffile pdf - 81 KB)

Archivio Comunicati stampa

2017 | 2016 | 2015 | 2014 | 2013 | 2012 | 2011 | 2010 | 2009 | 2008 | 2007 | 2006 | 2005 | 2004 | 2003 | 2002 | 2001 | 2000 | 1999 | 1998 |


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.