Notizie Teleborsa

Green Bond ed Euro Digitale al centro della Spring Conference 2024 di Assiom Forex

News Image (Teleborsa) - Le sfide, i rischi e le opportunità che i mercati finanziari ci presentano su alcune delle asset class più innovative, presenti in questo momento, sono stati i temi al centro della Spring Conference di Assiom Forex, il primo dei due eventi annuali dedicati alle principali
tendenze dei mercati finanziari.

In apertura, il Presidente Massimo Mocio ha ricordato che l'ammontare in circolazione delle obbligazioni sostenibili europee supera
2.000 miliardi di euro e le obbligazioni Green ne rappresentano oltre il 60%. Secondo i dati AFME, inoltre, nel 2023, le emissioni hanno registrato una contrazione pari al 3,5% rispetto al 2022.

L'evento è stato anche l'occasione per presentare un'analisi delle principali Borse mondiali relativa al quinquennio 2018-2023. "Il traino dei ricavi delle borse, in generale, non solo a livello 'Europe' è dato da servizi che non sono legati al core business tradizionale delle borse come il trading ed il listing ed i servizi associati", ha affermato Anna Kunkl, Senior Partner di Be Consulting, spiegando che fra i servizi non "tradizionali" si collocano i dati, il post trading. Un focus anche sulle sfide che deve affrontare la Capital Market Union: dal post-trading, dove l'Europa è indietro in termini infrastrutturali rispetto agli USA, al business dei dati, un mercato in "esplosione" che vale 6 miliardi di dollari e può crescere ancora, fino ad arrivare ai digital assets, ad esempio le borse crypto, che potrebbero dare un impulso ulteriore ai mercati.


Un altro dei temi al centro della conferenza è stato quello dei Green Bond. "I green bond si sono consolidati come importanti strumenti dedicati a finanziare la transizione: il grande pregio di queste obbligazioni, dal punto di vista dell'investitore, è quello di garantire trasparenza sull'utilizzo dei proventi e sugli impatti positivi generati dai progetti per cui vengono emessi", ha sottolineato Federica Calvetti, ESG Coordinator di Eurizon. "Con il nuovo standard europeo per i green bond (EU GBS) - ha proseguito - l'UE intende favorire un livello ancora maggiore di trasparenza valorizzando i progetti che rispettano gli stringenti criteri tecnici e di performance della Tassonomia: queste emissioni saranno particolarmente interessanti per i prodotti con obiettivo di investimento sostenibile ai sensi della normativa SFDR. Tuttavia, parlando di transizione, è bene ricordare che, a livello globale, negli ultimi anni ai green bond si sono affiancati anche strumenti sustainability-linked, che mirano a supportare la strategia di decarbonizzazione dell'emittente, attraverso il raggiungimento di ambiziosi obiettivi prefissati, consentendo allo stesso tempo maggiore flessibilità sull'utilizzo dei proventi anche per quei settori dove la transizione è più lenta".

La Conferenza di Assiom Forex è stata anche l'occasione per fare il punto sul tema dell'euro digitale e sulle nuove modalità di emissione e circolazione di strumenti finanziari in forma digitale. Manuela Carra, Responsabile Finance di Cassa Depositi e Prestiti ha riconosciuto che "c'è un'adozione che va al rilento" e ciò è "legato alla mancanza di regolamentazione degli asset digitali da parte della Banca Centrale ed all'interoperabilità tra le infrastrutture DLT e quelle tradizionali". Il tema delle infrastrutture digitali è fondamentale. - ha rimarcato - Lo step successivo sarà quello di supportare le PMI nell'accesso al mercato dei capitali tramite queste nuove tecnologie, favorito in particolare dal decreto fintech italiano, permettendo di emettere e trasferire strumenti finanziari digitali attraverso la tecnologia della blockchain.

(Teleborsa) 29-05-2024 20:31


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.