Notizie Teleborsa

Export extra-Ue, Zoppas (ICE): "Ad aprile 2024 flette l'energia ma crescono gli altri settori"

void image (Teleborsa) - "Nei primi quattro mesi del 2024 le esportazioni verso l'extra-Ue crescono del 2,2% e sfiorano i 100 miliardi di euro, in anticipo rispetto a quanto avvenuto nel 2023. I numeri dell'export nei Paesi extra-Ue di aprile 2024 confermano l'ormai consolidato comportamento altalenante. Flettono ancora le esportazioni dei prodotti energetici ma un segnale positivo arriva dalla crescita delle vendite all'estero negli altri settori, soprattutto beni di consumo, che ci auspichiamo possa avvenire anche per gli scambi con i Paesi UE". È quanto afferma il presidente di ICE Agenzia, Matteo Zoppas commentando i dati dell'Export extra-Ue di aprile 2024 diffusi oggi dall'Istat.

"Nel dettaglio, prosegue la variabilità che da oltre un anno contraddistingue l'andamento delle esportazioni verso i Paesi extra-Ue; ad aprile 2024 – sottolinea Zoppas – si registra una ulteriore inversione di segn" con una crescita del +3,4% rispetto a marzo 2024 (mese che aveva segnato una riduzione del -4,5% nei confronti di febbraio 2024 che a sua volta aveva invece marcato una crescita del +7,6% rispetto a gennaio dello stesso anno). In flessione le esportazioni di energia, a -19,2% rispetto a marzo 2024, che risentono dell'instabilità geopolitica internazionale, mentre un buon segnale arriva dalla vendita di beni di consumo e strumentali, rispettivamente a +6,1 e +5,8% rispetto a marzo 2024. Come per i dati di marzo, il risultato complessivo è condizionato da operazioni legate al comparto cantieristico; se si escludono, la crescita delle esportazioni italiane rispetto a marzo scende al +0.9%".

"Da segnalare nel confronto annuale, – conclude il presidente di ICE Agenzia – la crescita delle vendite verso tutti i partner extra-Ue, particolarmente ampia verso Turchia (+68,6%), Regno Unito (+39,9%), e Giappone (+23,0%), unica eccezione la Svizzera che segna una riduzione del -6,5%. Tornano a salire, per la prima volta quest'anno, le vendite verso la Cina a +8,2% rispetto allo stesso mese del 2023. Nei mesi scorsi i dati relativi al mercato cinese avevano risentito del confronto con esportazioni record di beni farmaceutici legati alle cure per il Covid19 nei primi mesi del 2023".



(Teleborsa) 29-05-2024 20:04


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.