Notizie Teleborsa

Campi Flegrei, Musumeci: servono più di 500 milioni di euro per la messa in sicurezza degli edifici

News Image (Teleborsa) - Il ministro per la Protezione civile, Nello Musumeci, ha dichiarato che "le stime saranno fatte nei prossimi giorni ma servono oltre 500 milioni di euro per la messa in sicurezza degli edifici nei Campi Flegrei". Nel corso della conferenza stampa al termine del vertice interministeriale sull'attività sismica nell'area, Musumeci ha aggiunto che "saranno stanziati fondi per la messa in sicurezza degli edifici scolastici nell'area dei Campi Flegrei".

"Non ho letto la relazione della commissione Grandi Rischi che si è riunita sui Campi Flegrei, ma credo che confermerà l'allerta gialla. Non so se ci sono stati pareri divergenti, non lo escludo", ha aggiunto. "Approveremo una norma per vietare nuove costruzioni nella zona del bradisismo dei Campi Flegrei", ha poi annunciato il ministro.

"Chi ha scelto di vivere nell'area dei Campi Flegrei sapeva di vivere in un'area difficile che presenta rischi – ha poi dichiarato – Ce ne ricordiamo solo quando la terra trema e questo è un grande limite, serve una convivenza vigile col pericolo. Se decidi di stare in quel luogo ci devi aiutare a promuovere una convivenza responsabile con una maggiore consapevolezza". Il ministro Musumeci ha poi affermato che il governo valuterà la possibilità di introdurre aiuti per chi decide di abbandonare l'area.

Si è tenuta a Palazzo Chigi la una riunione presieduta dalla presidente del Consiglio, Giorgia Meloni. Secondo quanto si apprende hanno partecipato il Sottosegretario Alfredo Mantovano e i rappresentanti del Mit, del Mef, dell'Interno, della Difesa, e della Protezione civile. Presenti i ministri dell'Economia, Giancarlo Giorgetti, della Protezione civile e le Politiche del Mare, Nello Musumeci, dell'Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, il Sottosegretario alla Difesa, Isabella Rauti, il sottosegretario all'Interno, Emanuele Prisco, il Capo del Dipartimento della Protezione civile, Fabrizio Curcio e il Prefetto di Napoli, Michele Di Bari.

La decisione di convocare il vertice interministeriale è arrivato al culmine di una serie di eventi sismici nell'area di Pozzuoli iniziati lunedì sera con una scossa di magnitudo 4.4. Sono state già due le notti in strada per le persone evacuate dopo la forte scossa e lo sciame che ne è seguito. In totale sono 46 le famiglie che sono state sgomberate da 27 stabili. Ieri è stato anche evacuato il carcere femminile di Pozzuoli dove si trovavano 138 detenuti.

La scossa di questa mattina di magnitudo 4 con epicentro nel golfo di Pozzuoli ha convinto il sindaco di Procida, Dino Ambrosino, di far sgomberare le scuole sull'isola. La chiusura servirà a far eseguire "controlli accurati delle condizioni di staticità, a cura della Protezione Civile e dei tecnici comunali. Siamo fiduciosi sull'esito, considerato che in questi anni abbiamo realizzato molti interventi di miglioramento sismico alle strutture scolastiche", ha spiegato Ambrosino.





(Teleborsa) 22-05-2024 20:38


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.