Notizie Radiocor

Covid: Cartabellotta (Gimbe), entro fine mese molte Regioni in arancio o rosso

In quarta ondata misure insufficienti per salute ed economia (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 13 gen - 'Ci troviamo in una fase estremamente critica della pandemia in cui distorte narrative ottimistiche appannano l'insufficienza delle misure per rallentare la curva dei contagi e sottovalutano i rischi per la salute e per l'economia.

L'ingente numero di nuovi casi, in continua crescita, dopo aver mandato in tilt i servizi territoriali sta determinando la saturazione degli ospedali, con limitazione degli interventi chirurgici programmati e la riduzione delle capacita' assistenziali, anche perche' il personale sanitario e' allo stremo. In secondo luogo, l'enorme numero di positivi sta paralizzando numerosi servizi essenziali: dai trasporti alla scuola, dalla sanita' agli uffici pubblici. Infine, a meno di "iniezioni" di posti letto dell'ultimora o di modifica dei criteri per classificare i pazienti Covid ospedalizzati, entro fine mese numerose Regioni andranno in zona arancione e qualcuna rischia la zona rossa. Un colore che certificherebbe il fallimento nella gestione della quarta ondata, nonostante la disponibilita' di vaccini molto efficaci nel prevenire la malattia grave'. Cosi' Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe che oggi pubblica il report settimanale 5-11 gennaio secondo cui sono a +49% (1,2 mln) i nuovi casi con incidenza che in 56 Province supera i 2.000 per 100.000 abitanti. Continua a crescere la pressione sugli ospedali sia in area medica (+32,2%) sia in terapia intensiva (+20,5%). Oltre 8,6 mln le persone senza neanche una dose, di cui quasi 3 mln nella fascia 5-11 anni. Per le terze dosi il tasso di copertura e' al 61,5% con ampia forbice tra le Regioni.

Bag

(RADIOCOR) 13-01-22 10:07:02 (0190)SAN,PA 5 NNNN

 


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.