Approfondimento

Tipologia

Azionari Usa - Large & Mid Cap

Obiettivo e politica di investimento

AcomeA America è un fondo azionario che investe almeno il 70% dell’attivo nel capitale di società che operano nel continente americano, attive in qualsivoglia settore e di qualsiasi dimensione, con l’obiettivo di ottenere una crescita significativa del capitale stesso. Il gestore impiega una strategia di tipo attivo e gode di un’elevata discrezionalità, pur individuando un esplicito parametro di riferimento nell’indice Thomson Reuters Americas Total Return Local Currency. Il picking delle attività viene effettuato sulla base di analisi economico-finanziarie finalizzate ad individuare le società che presentano il maggior rialzo potenziale nel medio/lungo periodo. A queste, sono affiancate analisi di carattere macro e micro per la determinazione dell’asset allocation, ed in particolare dei pesi dei singoli settori ed aree geografiche, pur in via accessoria, essendo l’approccio di tipo bottom-up.

Analisi storica del fondo e del mercato di riferimento

Il comparto è particolarmente longevo: la prima classe, la A1, è infatti stata lanciata nel lontano 1986. La performance annualizzata degli ultimi dieci anni (dati al 20/11/2019) è pari al 7.60%. La lunga vita del comparto permette di osservare l’impatto delle più gravi crisi degli ultimi trent’anni sulla strategia di gestione: lo scoppio della bolla tecnologica dei primi anni 2000 ha determinato un draw down prossimo al 50%; la crisi del 2008 ha comportato una perdita del 45%; nel 2016 invece il ritracciamento si è fermato al 35%. I dati evidenziando quindi un’elevata rischiosità dell’investimento. Limitatamente agli ultimi dieci anni, possiamo affermare che il comparto ha ottenuto un risultato del 108% a fronte di una volatilità del 12.50%. La volatilità negativa si è fermata all’8%. Il confronto con l’indice di categoria, il FIDA FFI Azionari Usa - Large & Mid Cap, evidenzia come il comparto, pur avendo mantenuto livelli di volatilità in linea con la categoria, non è riuscito ad eguagliarne le performance particolarmente accattivanti.

Costi e struttura del comparto

La natura azionaria dell’investimento e la relativa concentrazione di tipo geografico (i dati di portafoglio più recenti evidenziano un’esposizione agli Usa prossima all’80%) rendono il comparto inequivocabilmente rischioso e soggetto agli umori di un mercato che, pur solido, non è scevro di ritracciamenti profondi. L’indicatore sintetico di rischio, pari a 6, coerentemente con i dati rilevati negli ultimi cinque anni, sconsiglia l’investimento a risparmiatori non in grado di tollerare le forti oscillazioni del mercato e che non desiderano vincolare il capitale per un tempo sufficiente a rendere efficace lo strumento.

Sintesi

La natura azionaria dell’investimento e la relativa concentrazione di tipo geografico (i dati di portafoglio più recenti evidenziano un’esposizione agli Usa prossima all’80%) rendono il comparto inequivocabilmente rischioso e soggetto agli umori di un mercato che, pur solido, non è scevro di ritracciamenti profondi. L’indicatore sintetico di rischio, pari a 6, coerentemente con i dati rilevati negli ultimi cinque anni, sconsiglia l’investimento a risparmiatori non in grado di tollerare le forti oscillazioni del mercato e che non desiderano vincolare il capitale per un tempo sufficiente a rendere efficace lo strumento.

Dati ed elaborazioni forniti da Finanza Dati Analisi
Ultimo aggiornamento 29/11/2019


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.