Approfondimento

Tipologia

Diversificati Moderati

Obiettivo e politica di investimento

Il fondo AcomeA Patrimonio Dinamico è un fondo flessibile che investe principalmente in strumenti obbligazionari, appartenenti a tutte le classi di rating senza restrizione geografica o settoriale, e in via secondaria anche in strumenti azionari. Il gestore può inserire in portafoglio anche quote di OICR, comunque sempre coerenti con la politica d’investimento del fondo, fino ad un massimo del 10% del patrimonio. L’esposizione obbligazionaria non presenta vincoli riguardanti la durata finanziaria dei titoli acquistati, e se la situazione di mercato lo richiede è possibile un posizionamento esclusivosu obbligazioni a breve termine e titoli del mercato monetario.Il fondo può fare uso di strumenti derivati sia per coprire i rischi, viene infatti gestita attivamente la copertura al rischio di cambio,sia con finalità d’investimento, a patto che tali strumenti non abbiano un impatto strutturale sull’esposizione del fondo al mercato e sul profilo di rischio rendimento e rispettino il limite di leva massima pari ad 1,3. Data la natura di fondo flessibile a gestione attiva, la selezione degli strumenti finanziari è compiuta nella più ampia discrezionalità ed è basata sulla valutazione delle dinamiche sia micro sia macroeconomiche del mercato. Non è previsto un benchmark di riferimento, fatto che garantisce una forte autonomia del gestore sulla selezione degli investimenti.

Analisi storica del fondo e del mercato di riferimento

Il comparto è stato lanciato nel 2000 e la classe Q2 è presente sul mercato dal 2015. Dal lancio il Nav del fondo ha visto una prima fase di flessione, dal 2016 al 2018 una fase di stallo e nel 2019 una robusta fase di crescita con un rendimento intorno al 15%. Nel primo trimestre del 2020 il fondo ha subito un rapido rintracciamento raggiungendo il minimo storico a quota 4,8 €. La volatilità dello strumento si attesta intorno al 18% ed il massimo draw down è poco superiore al 28%; entrambe le misure di rischio risultano maggiori dell’indice FIDA Diversificati Moderati rappresentante la categoria dello strumento.

Costi e struttura del comparto

Il comparto si divide in 3 classi, destinate a investitori retail. La classe A2, dedicata a coloro che partecipano al fondo in modalità “execution only”, e Q2, negoziata sul sistema multilaterale ATFund di Borsa Italiana, prevedono commissioni di gestione inferiori pari allo 0.90%. La Classe A2, inoltre, prevede una commissione di uscita del 4% e un investimento minimo di 100 euro. La classe A1, riservata ai partecipanti che sottoscrivono in modalità collocamento o direttamente, ha una commissione di gestione pari all’1.80%, una commissione di entrata massimo del 4% e una commissione in uscita di pari importo. Tutte le classi presentano una commissione di performance del 15%, calcolata con il metodo dell’High Water Mark assoluto.

Sintesi

AcomeAPatrimonio Dinamico ha un indice SRRI pari a 4, indicando un medio profilo di rischio dovuto alla politica di diversificazione dello strumento. Il portafoglio sottostante presenta inoltre dei rischi specifici legati sia al mercato dei titoli di debito, tra cui un non trascurabile rischio di controparte derivante dalla libertà di scelta del rating dei titoli, sia al mercato azionario. L’esposizione a quest’ultimo permette di rendere maggiormente appetibile il prodotto sotto il profilo rischio rendimento ottenendo un extra-rendimento ed effettuando una diversificazione a livello di asset class rispetto ad un fondo puramente obbligazionario.

Dati ed elaborazioni forniti da Finanza Dati Analisi
Ultimo aggiornamento 21/04/2020


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.