Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Sotto la Lente

Il World Economic Forum

05 Mar 2010 - 16:04

Fare impresa nell'interesse pubblico globale



Lo scorso 31 gennaio è terminato il convegno del World Economic Forum (Forum economico mondiale). Nel corso dei cinque giorni del meeting si sono riuniti i grandi nomi del mondo degli affari. Si è discusso principalmente di economia, di crescita e di sostenibilità. WFE Intro

Cos'è il Forum economico mondiale

Il forum economico è un'organizzazione internazionale indipendente incorporata in una fondazione non-profit svizzera. La sede organizzativa è a Ginevra anche se quando si parla di Forum economico mondiale il pensiero corre inevitabilmente a Davos, il piccolo comune delle Alpi svizzere che rappresenta la location suggestiva del meeting.

Lo slogan del forum è "fare impresa nell'interesse pubblico globale" in quanto tra i principi cardine dell'organizzazione vi è l'assunto secondo cui il progresso economico non è sostenibile senza lo sviluppo sociale mentre lo sviluppo sociale senza il progresso economico non è verosimile.

Un po’ di storia

Il World Economic Forum è stato concepito nel gennaio del 1971, in occasione di un incontro tra alti funzionari e l’associazione degli industriali europei.

Il professore di economia all’Università di Ginevra, Klaus Schwab, ha presieduto il meeting di Davos in Svizzera.

Successivamente Schwab fondò l’European Management Forum, una organizzazione non –profit con base a Ginevra e iniziò ad organizzare alcuni incontri con i leader del mondo imprenditoriale a Davos per l’annual meeting in programma ogni gennaio.

La visione di Schwab crebbe tanto da convincerlo nel 1987 a cambiare il nome del forum da European Management Forum a World Economic Forum fatto proprio l’obiettivo di una piattaforma per la risoluzione dei conflitti mondiali.

WFE Scheda

Il forum del 2010

Il tema portante del forum per il 2010 è stato quello di ripensare, ridisegnare e ricostruire l'economia globale per assicurare crescita e sostenibilità.

Il meeting ha visto una fitta agenda e oltre 2.500 partecipanti.

Tra gli invitati  oltre 900 CEO di importanti aziende, i rappresentanti delle maggiori 25 economie del mondo, i leader della società civile delle ONG internazionali. Non sono mancati nemmeno i più importanti rappresentanti delle religioni, della cultura e dello sport.

Sarebbe sbagliato però affermare che nel forum si parla solo di economia.

L'anno 2010 ha visto infatti assegnare un ruolo di primaria importanza al tema relativo al cambiamento climatico anche perché il WEF segue a poca distanza un' altro importante meeting ovvero quello di Cophenagen che non ha portato a risultati apprezzabili.

Il 2010 ha quindi visto assegnare importanza al dibattito sulla crisi e alla ricostruzione di prosperità su nuovi e più sostenibili valori. Si è parlato di lotta alla disoccupazione, di povertà globale e cambiamenti climatici, tutti argomenti centrali per la ripresa su lungo termine e la prevenzione di crisi future. Tra i temi affrontati anche la ricostruzione di Haiti nel dopo terremoto e la vaccinazione dei paesi in via di sviluppo per la creazione di un mondo più sano.

Il Foundation board

Il Foundation board è l'organo più importante del forum. Il board vuole rappresentare un esempio di standard di governance per il settore pubblico e privato. Esso è formato da soggetti provenienti dal mondo dell'economia, dalla politica, dal mondo accademico e più in generale dalla società civile con esperienze di leadership i quali partecipano per tre anni nelle attività del board.

Le attività principali del Foundation board consistono nell'indirizzare lo statuto del WEF e delle sue istituzioni, nominare nuovi membri, decidere e monitorare le strategie del WEF, ridefinire i ruoli del Managing board e dei comitati, incluso il cambiamento delle loro attività e strategie alla luce della mission del Forum.