Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Sotto la Lente

La recessione

24 Apr 2009 - 13:03

Quando i livelli dell’attività produttiva sono inferiori a quelli potenzialmente raggiungibili sfruttando efficacemente i fattori produttivi



Viene definita recessione quella condizione nella quale i livelli dell’attività produttiva risultano inferiori a quelli che potrebbero essere raggiunti utilizzando completamente, ed in maniera efficiente, tutti i fattori produttivi a disposizione.recessione-intro

La recessione economica è caratterizzata da una variazione del Prodotto interno lordo negativa rispetto all'anno precedente; se tale variazione è negativa ma di entità non inferiore al -1% si parla invece di crisi economica.

Si ha recessione in senso tecnico quando il Prodotto interno lordo reale mostra una variazione negativa per almeno due trimestri consecutivi.

Nei periodi di recessione si assiste generalmente ad una parallela marcata diminuzione della domanda di beni e servizi da parte dei consumatori che a sua volta favorisce un rallentamento del tasso di inflazione, in questo caso si parla di stagflazione. Talvolta, tuttavia, alla recessione può corrispondere un aumento dei prezzi (e quindi dell’inflazione).

Nelle fasi recessive si riscontra spesso inoltre una contrazione del tasso di crescita della produzione, un aumento della disoccupazione e una diminuzione del tasso di interesse, quest’ultima come conseguenza  tra gli altri fattori, tra i quali è possibile ricordare la politica espansiva usualmente adottata dalla Banca Centrale, della riduzione della domanda di credito da parte delle imprese.

La recessione si inquadra all’interno di quello che è definito ciclo economico il quale comprende quattro fasi: prosperità (in cui gli investimenti iniziano ad aumentare), recessione (in cui la crescita economica rallenta), depressione (in cui la crescita dell’economia ristagna) e ripresa (in cui investimenti e consumi crescono rapidamente).

Alcune teorie del ciclo economico considerano la recessione un fenomeno “endogeno”, non determinato cioè da particolari shock esterni: ad ogni fase espansiva segue un periodo recessivo che preluderà a sua volta ad una nuova fase di ripresa della crescita economica e così via.

Le fasi di recessione possono tuttavia essere causate anche da shock “esogeni”, cioè da fattori esterni al sistema economico. Ne sono un esempio anomali incrementi dei prezzi di una materia prima (come avvenne nella crisi petrolifera del 1972-73 per quello del petrolio) o la marcata diminuzione dei prezzi di beni dai quali dipende l’economia di un Paese di piccole dimensioni. Anche alcune decisioni di politica economica tese ad evitare il “surriscaldamento” dell’economia di un Paese possono tuttavia creare le basi per la manifestazione di una recessione.

recessione-scheda