Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Sotto la Lente

Internal Dealing

28 Dic 2007 - 10:14

Cos'è?



Internal Dealing cos'èCon il termine Internal Dealing si è soliti identificare le operazioni di compravendita sui titoli di una società quotata da parte dei propri amministratori, sindaci e top managers. Considerando la posizione di particolare rilievo che rivestono questi soggetti all’interno della società è evidente che le operazioni di acquisto e vendita sui titoli della società possono avere un particolare valore informativo per il mercato. A titolo esemplificativo, operazioni di acquisto di titoli della società da parte dei propri top managers rappresentano generalmente un segnale di fiducia nelle prospettive della società. Viceversa per le operazioni di vendita.

Proprio per questo particolare valore segnaletico la normativa ha posto in capo a questi soggetti l’obbligo di comunicare al mercato tempestivamente qualsiasi operazione di acquisto/vendita compiuta sui titoli della loro società.(art. 114, 7° comma T.U.F. e artt. 152 sexies e seguenti del Regolamento Emittenti Consob 11971/99). E’ tenuto a comunicare le proprie operazioni sui titoli interessati anche chiunque controlli almeno il 10% del capitale sociale di un gruppo quotato.

Internal Dealing

Tali segnalazioni sono anche pubblicate sul sito di Borsa Italiana nella sezione dedicata.

Internal dealing vs Insider trading

Le operazioni di Internal Dealing sono operazioni poste in essere dalle persone rilevanti sui titoli della loro società. L’obbligo di renderle pubbliche sussiste al fine di offrire agli investitori una valore segnaletico circa la percezione che le persone rilevanti hanno sulle prospettive della società e si presume siano operazioni effettuate nel rispetto della normativa vigente e sulla base del set informativo disponibile al mercato.

L’Internal Dealing non deve essere pertanto confuso con l’Insider Trading che identifica il reato che compie chi effettua operazioni di acquisto/vendita sui titoli di una società quotata avendo a disposizioni informazioni riservate.