Cookie
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.
 
English not available
Sotto la Lente

Disoccupazione frizionale, strutturale, stagionale, ciclica


Le 4 tipologie di disoccupazione con le quali gli economisti categorizzano la mancanza di un lavoro per una persona


15 Giu 2012 - 09:55

disoccupazione frizionale strutturale stagionale ciclica

Gli economisti distinguono quattro tipologie di disoccupazione:

  1. Frizionale
  2. Strutturale
  3. Stagionale
  4. Ciclica

 

 

1) Disoccupazione Frizionale

È quel tipo di disoccupazione che nasce dal normale turnover nel mondo del lavoro (ovvero persone che entrano ed escono dalla forza lavoro e dalla continua creazione/distruzione di impieghi). Deriva, infatti, dalle imperfezioni nel processo di abbinamento tra posti di lavoro disponibili e lavoratori in cerca della migliore occupazione possibile. Il totale di disoccupati legati alla disoccupazione frizionale dipende dalla frequenza con la quale i lavoratori cambiano lavoro e dal tempo impiegato per trovarne uno nuovo.

Si tratta di un fenomeno naturale, solitamente di breve periodo, che contraddistingue le economie dinamiche e in crescita. Un certo livello di disoccupazione frizionale non è quindi eliminabile, ma si può ridurre con politiche che diminuiscano le inefficienze e gli ostacoli al libero funzionamento del mercato del lavoro, come ad esempio, l’introduzione di servizi di collocamento più efficienti.

 

2) Disoccupazione Strutturale

È la mancanza di un impiego legata all'assenza di corrispondenza tra domanda e offerta di lavoro.

In altre parole, è la mancata simmetria tra le abilità del lavoratore e quelle richieste dal datore di lavoro. Il progresso tecnologico, per esempio, impone nuove specializzazioni in molti settori, rendendo inadeguati i lavoratori che ne siano privi. Solitamente la disoccupazione strutturale dura di più di quella frizionale.

 

3) Disoccupazione Stagionale

È la mancanza di lavoro causata dalle variazioni climatiche e stagionali. Interessa il breve termine ed è tipica delle professioni legate al turismo.

 

4) Disoccupazione Ciclica

È la disoccupazione determinata dalle variazioni del ciclo economico. Il tasso di disoccupazione aumenta quando l'economia è in fase di recessione e diminuisce durante una espansione delle attività economiche.

disoccupazione frizionale strutturale stagionale ciclica

Disclaimer
La rubrica Sotto La Lente è a cura di

message

Le Infografiche sono a cura di


Centimetri


Appuntamenti economici della settimana
Eventi attesi dal 27 giugno al primo luglio 2016

EGI - Plurima
Dal 27 giugno 2016, in quotazione 3 nuovi OICR aperti emessi da EGI - Plurima



Il lavoro stabile spinge l’occupazione
Stabile l’occupazione a termine, in calo quella dei lavoratori indipendenti


Casa : agli italiani piace indipendente
Torna in voga la casa indipendente acquistata con l’ausilio di un mutuo



Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.