Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Sotto la Lente

Il Credito al Consumo

31 Lug 2009 - 16:12

Un contratto in base al quale si concede un credito sotto forma di dilazione di pagamento ad una persona fisica



Il credito al consumo è un contratto in base al quale si concede un credito sotto forma di dilazione di pagamento (concesso dai venditori di beni), di finanziamento (accordato dalle banche) o di altra analoga facilitazione finanziaria, ad una persona fisica (consumatore) che opera per scopi estranei all’attività imprenditoriale o professionale eventualmente svolta (acquisto di un bene o di un servizio ma anche generiche esigenze di liquidità).Credito al Consumo

Nel caso di dilazione di pagamento il consumatore deve assumersi l’impegno a corrispondere il prezzo al venditore alle date convenute nell’accordo. Nel caso di concessione di un prestito il consumatore dovrà restituire la somma erogata e dovrà pagare gli interessi calcolati sulla base di un tasso d’interesse, deciso dall’intermediario finanziario. Il consumatore a cui è stato concesso il prestito dovrà versare periodicamente, solitamente a livello mensile, delle somme di denaro (rate)  e sarà inoltre vincolato a rimborsare le spese necessarie per la conclusione del contratto. La rata consiste in:

1)      una quota capitale per la restituzione del prestito

2)      una quota interessi per pagare la somma derivante dal tasso di interesse applicato

La scadenza del contratto è decisa dalle parti e va definita nel patto stesso.

Per sintetizzare il costo totale del credito a carico del consumatore si utilizza il TAEG, ovvero il Tasso Annuo Effettivo Globale. Viene determinato come il tasso che rende uguali su base annua i valori attuali di tutti gli obblighi finanziari esistenti o futuri assunti dal creditore e dal richiedente.

Il TAEG è uno strumento fondamentale per il consumatore per potere:

1)      confrontare la convenienza delle diverse offerte di credito

2)      disporre di informazioni omogenee sul costo effettivo del credito tra le diverse proposte che si trovano sul mercato.

Per valutare la solvibilità del consumatore le banche e gli intermediari utilizzano il sistema del credit scoring, ovvero una metodologia che assegna punti al richiedente per determinarne il rischio di credito in un determinato arco di tempo. In base al risultato ottenuto il finanziatore potrà decidere in merito a:

1)      la concessione della somma richiesta

2)      l’entità del finanziamento

3)      il tasso di interesse applicato

Il consumatore ha il diritto di adempimento anticipato. In tale caso il richiedente è tenuto al pagamento del capitale residuo, degli interessi e altri oneri maturati fino a quel momento e, se previsto dal contratto, al pagamento di una somma per il creditore non superiore all’1% del capitale residuo.

credito