Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Sotto la Lente

Il business dello sport

30 Apr 2010 - 15:47

Come si sviluppa il giro d'affari intorno agli eventi sportivi



Lo sport professionistico, sia di squadra che individuale, sta raggiungendo livelli di popolarità crescente, soprattutto grazie alla copertura offerta dai media in generale e dalla televisione in particolare. Questo trend viene accompagnato da una sempre maggiore importanza degli aspetti economico-finanziari delle varie discipline sportive.

Il giro d'affari intorno agli eventi sportivi si sviluppa in diversi modi. Il primo, quello probabilmente più "antico" e diretto (ma che tende progressivamente a perdere di importanza rispetto agli altri), riguarda la vendita dei biglietti per assistere "de visu" agli eventi.
Prendendo in considerazione i dati delle 20 più importanti squadre di calcio europee possiamo osservare che questa voce rappresenta il 10-20 per cento dei ricavi delle squadre italiane e francesi, il 20-30 per cento per le tedesche e le spagnole, e il 30-40 per cento per le inglesi. Queste ultime traggono benefici dall'essere proprietarie degli impianti dove si svolgono gli eventi.business-dello-sport-intro

La seconda fonte di introiti riguarda invece i cosiddetti incassi commerciali, ovvero quelli derivanti dalle sponsorizzazioni e dal merchandising. Questa voce conta per il 20-35 per cento dei ricavi delle squadre citate in precedenza, con l'eccezione di quelle tedesche per le quali la percentuale sale a circa il 50%, grazie alla pratica ormai diffusa in Germania della denominazione degli impianti con l'indicazione dello sponsor (ad es. Allianz Arena).

L'ultima fonte di entrata è rappresentata dai diritti televisivi per la trasmissione degli eventi.
Anche in questo caso, come per la vendita dei biglietti, la situazione appare molto variegata con le squadre italiane e francesi che dipendono in modo strettissimo da questa fonte, visto che rappresenta oltre il 50% degli introiti complessivi. Le squadre inglesi e spagnole si collocano intorno al 40%, mentre quelle tedesche risultano le meno legate ai ricavi da diritti televisivi con un 20-30 per cento.

Il trend sottostante vede un progressivo incremento dei ricavi commerciali e da diritti televisivi, mentre quelli derivanti dalla vendita dei biglietti sembrano destinati a ricoprire un ruolo meno decisivo.
Il motivo di questa tendenza va ricercato nella capacità degli eventi sportivi di generare audience televisiva.

Il grande incremento dei canali TV ha infatti creato una progressiva frammentazione dell'audience dei vari programmi. I principali eventi sportivi riescono invece a conservare i telespettatori e quindi a generare grandi share televisive: questo consente ai titolari dei diritti tv (società sportive, organizzatori degli eventi, federazioni ecc.) di avere un grande potere contrattuale.

business-dello-sport