Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Firmato il Protocollo d’intesa per la crescita delle imprese italiane

12 Ott 2017 - 13:07

Oggi l’On. Angelino Alfano, Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e Raffaele Jerusalmi, Amministratore Delegato di Borsa Italiana e Presidente di ELITE hanno firmato presso la sede di Borsa Italiana il Protocollo d’intesa per la crescita delle imprese italiane.

L’accordo di oggi ha l’obiettivo di rafforzare la collaborazione tra Borsa Italiana e Ministero degli Affari Esteri per la promozione all’estero delle aziende quotate e aderenti al programma ELITE e l’attrazione di investitori internazionali attraverso l’organizzazione di roadshow e missioni istituzionali.

Il Ministero degli Affari Esteri coinvolgerà Borsa Italiana nelle missioni istituzionali e fornirà supporto alle imprese italiane attraverso la rete diplomatico-consolare.
Borsa Italiana coinvolgerà i rappresentanti istituzionali nei propri eventi e favorirà attività di networking con investitori internazionali.
L’accordo prevede anche scambi di informazioni su investitori esteri con i quali favorire contatti e incontri reciproci.

On. Angelino Alfano, Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ha detto:
“Per la prima volta firmiamo un’intesa che raccoglie e sviluppa ulteriormente la cooperazione di lungo corso con Borsa Italiana. Il nostro obiettivo è lavorare per sostenere quelle imprese, quotate a Milano, che sanno coniugare tradizione e innovazione, altissima tecnologia con lo stile e la bellezza italiani”.

Raffaele Jerusalmi, Amministratore Delegato di Borsa Italiana e Presidente di ELITE, ha commentato:
“Questo accordo è rivolto a valorizzare le migliori imprese italiane nel mondo. Iniziative di sistema di questo tipo sono fondamentali per incrementare l’interesse degli investitori internazionali verso le imprese italiane, facilitare la comprensione delle riforme in atto nel nostro Paese e delle dinamiche macro-economiche e politiche supportando la decisione di investimento nella singola società”.

Borsa Italiana organizza roadshow e conference con l’obiettivo di consolidare la relazione tra le società e i principali investitori internazionali e attrarre nuovi pool di liquidità da nuove aree geografiche o da nuovi portafogli derivanti da nuovi trend di mercato, convogliando l’attenzione degli investitori su asset class meno visibili a livello internazionale. Nel 2017 sono già stati  superati i 4.200 meeting e restano ancora da svolgere le tappe nord americane dell’Italian Equity Roadshow e la Small Cap Conference a Milano che si terranno a novembre.

 

Per scaricare il comunicato stampa in PDF: (pdffile pdf - 74 KB)