Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Review dei Mercati 2016

30 Dic 2016 - 12:00

-       20 Ammissioni di cui 14 IPO, raccolta per un totale di 1,4 miliardi di Euro

-       Capitalizzazione complessiva delle società quotate: 524,9 miliardi di Euro

-       Gli scambi di azioni hanno raggiunto una media giornaliera di 2,5 miliardi di Euro con 297.000 contratti (+6,1% rispetto al 2015)

-       Confermata la leadership europea per contratti scambiati sui sistemi telematici sia su ETFPlus che sul MOT

 

I DATI DI MERCATO 2016 (aggiornati al 23 dicembre 2016):

Nel 2016 si contano 387 società quotate sui mercati di Borsa Italiana.

Nel dettaglio: 244 società sul mercato MTA (di cui 71 STAR), 66 società su Global Equity Market e 77 su AIM Italia.

-       Durante l’anno si evidenziano 20 ammissioni di cui 14 IPO (dato aggiornato al 30 dicembre):

o   IPO: 3 su MTA e 11 su AIM Italia

MTA: Technogym, Coima RES e ENAV

AIM Italia: Energica Motor Company, Siti – B&T Group, Abitare In, SMRE, Industrial Stars of Italy 2, Dominion Hosting Holding, Solution Capital Management, 4AIM Sicaf, Vetrya, Innova Italy 1, FOPE

o   Oltre alle 14 IPO, si aggiungono su MTA le ammissioni di Ferrari, Italgas, EXOR NV ed il passaggio di Tecnoinvestimenti da AIM a MTA, segmento STAR; su AIM Italia l’ammissione di TE WIND S.p.A.

o   Il 29 dicembre si è perfezionata la fusione per incorporazione di Capital For Progress 1 S.p.A., a seguito della quale è stata ammessa a quotazione GPI su AIM Italia

Le IPO erano state 27 nel 2015 e 26 nel 2014.

Le società revocate sono state 19.

-       Al 23 dicembre, l’indice FTSE Italia All Share registra un calo del -9,60% (max annuale 22.770 il 5 gennaio 2016; min 16.619 il 27 giugno 2016). L’indice FTSE MIB registra un calo del -9,68% (max annuale 20.983 il 5 gennaio 2016; min 15.104 il 27 giugno 2016).

All’interno del mercato azionario il segmento STAR si è distinto per una performance migliore rispetto agli indici principali: l’indice FTSE Italia STAR in leggera crescita su base annua con un +2,04% (max annuale 26.625 il 23 dicembre 2016).

-       La capitalizzazione complessiva delle società quotate si attesta a 524,9 miliardi di Euro, pari al 31,8% del PIL.

-       Gli scambi di azioni hanno raggiunto una media giornaliera di 2,5 miliardi di Euro con 297.000 contratti (+6,1% rispetto al 2015). Complessivamente sono stati scambiati oltre 74,9 milioni di contratti e un controvalore di oltre 619,5 miliardi di Euro. Il massimo giornaliero per contratti e controvalore scambiato è stato raggiunto il 24 giugno 2016 con 6,5 miliardi di Euro e 767.551 contratti scambiati.

-       Intesa San Paolo è stata l’azione più scambiata per controvalore, con un totale di 78,0 miliardi di Euro, mentre Unicredit è stata la più scambiata in termini di contratti con 5,8 milioni di contratti.

-       Nell’anno 2016 il totale della raccolta è stato pari a 6,1 miliardi di Euro da parte di società già quotate o di nuova ammissione. 14 operazioni di aumento di capitale hanno raccolto oltre 4,6 miliardi di Euro. Le 14 società che si sono quotate sui mercati di Borsa Italiana attraverso Initial Public Offering in fase di collocamento hanno raccolto oltre 1,4 miliardi di Euro.
16 le OPA nel 2016, per un controvalore di 2,5 miliardi di Euro.

-       La turnover velocity domestica, l’indicatore che rapportando il controvalore degli scambi alla capitalizzazione segnala il tasso di rotazione annuale delle azioni, è pari a 114,6%.

-       Confermata la leadership europea per contratti scambiati sui sistemi telematici sia su ETFPlus che sul MOT.
Continua la crescita per ETFPlus, il mercato dove vengono negoziati ETF, ETC/ETN e OICR aperti. Al 23 dicembre gli strumenti quotati sono saliti a 1.164; durante il 2016 sono stati quotati 112 ETF, 4 ETC/ETN e 36 OICR APERTI, per un totale di 152 nuovi strumenti. Gli Asset Under Management hanno raggiunto quota 48,0 miliardi per gli ETF, mentre l’AUM degli ETC/ETN si attesta a quota 5,1 miliardi e l’AUM degli OICR APERTI a quota 104,8 milioni di Euro.

Il mercato ETFPlus ha raggiunto una media giornaliera di 422,9 milioni di Euro e più di 20.000 contratti.

Complessivamente sono stati scambiati 106,6 miliardi di Euro e oltre 5,0 milioni di contratti.

-       Il MOT con 1.171 strumenti complessivamente quotati (121 Titoli di Stato, 261 Obbligazioni e 789 Eurobonds e ABS) a fronte di un totale di 1.109 a fine 2015, ha registrato una media giornaliera di 14.407 contratti e 847,5 milioni di Euro.

-       Su ExtraMOT sono quotati 1.060 strumenti. Complessivamente sono stati scambiati oltre 52.370 contratti, per un controvalore di 3,3 miliardi di Euro.

Sul segmento professionale del mercato ExtraMOT PRO sono quotati complessivamente 163 strumenti, di cui 134 obbligazioni il cui ammontare emesso è inferiore a 30 milioni di Euro. Nel corso dell’anno 2016 fino al 23 dicembre sono stati ammessi 66 strumenti. Le 52 società emittenti dei nuovi strumenti ammessi a quotazione hanno raccolto oltre 3,2 miliardi di Euro al momento dell’ammissione, di cui 272,5 milioni in strumenti il cui valore nominale complessivo è inferiore a 30 milioni di Euro.

-       Su SeDeX, al 23 dicembre, il numero di strumenti quotati si assesta a 6.681, in aumento rispetto ai 5.609 di fine anno 2015.

La media giornaliera degli scambi si è attestata a 91,5 milioni di Euro e oltre 11.000 contratti.

-       Sul mercato IDEM sono stati scambiati complessivamente 48,8 milioni di contratti standard. La media giornaliera del numero di contratti è stata di 193.765 (+10,9% sulla media giornaliera del 2015), mentre il controvalore nozionale medio giornaliero di 5,2 miliardi di Euro. La ripartizione in singoli strumenti vede la significativa crescita in termini di contratti standard in media giornaliera degli strumenti su indice FTSE MIB rispetto al 2015 (+25,0% per le MIBO e +11,1% per il FIB), oltre che degli strumenti su singole azioni (+12,9% per le stock options e +15,3% per i paneuropean stock futures).

Nel corso del 2016 sono stati raggiunti i seguenti record sul mercato:

o        Index Futures: record per contratti standard (terzo record da sempre), registrato il 14 giugno 2016, con 140.347 contratti standard. Record storico per numero di trades pari a 71.996, registrato il 10 marzo 2016

o        Index mini-Futures: record per contratti standard e controvalore nozionale (terzo record da sempre), registrati entrambi il 10 marzo 2016, con 53.868 contratti standard e 998,6 milioni di Euro di controvalore

o        Opzioni sull’indice FTSE MIB: record per contratti standard (terzo record da sempre), registrato il 5 dicembre 2016, con 85.286 contratti standard. Record storico per open interest pari a 700.305, registrato il 15 dicembre 2016

o        Stock Options: record storico per contratti standard il 18 novembre 2016 con 390.168 contratti standard e per open interest il 15 dicembre 2016 con 7.078.268

o        Le European Stock Options lanciate il 31 ottobre, per offrire ulteriori opportunità di investimento, hanno registrato scambi complessivi per 7.343 contratti standard con un controvalore nozionale di 28,3 milioni di Euro

-       Su Idex, il mercato dei futures su derivati elettrici, sono stati scambiati 2.871 contratti standard per complessivi 6,7 milioni di MWh.

-       Le negoziazioni dei futures su grano duro su Agrex hanno registrato scambi complessivi pari a 719 contratti standard e 35.950 tonnellate totali.

 

PRINCIPALI ATTIVITA’ E PROGETTI 2016

Mercato Primario

Le conferenze di Borsa Italiana dedicate all’incontro tra società quotate e investitori organizzate nel corso del 2016 hanno toccato le piazze di Tokyo, Hong Kong, Singapore, Londra, New York e Milano. Complessivamente sono stati realizzati oltre 4000 incontri con 600 investitori e oltre 200 società quotate.

·         Oltre 20 società quotate e 180 investitori si sono incontrati in occasione del tradizionale appuntamento in Asia e Nord America, l’Italian Equity Roadshow. Oltre 300 i meeting organizzati

·         Gli appuntamenti dedicati alle società di piccola e media capitalizzazione, STAR Conference a Milano e Londra insieme alla Small Cap Conference, hanno registrato quasi 3000 incontri tra le 150 società presenti e oltre 300 investitori

·         Italian Infrastructure Day e Luxury & Finance: con quasi 1000 meeting richiesti e con la partecipazione di 180 investitori istituzionali internazionali, Borsa Italiana ha contribuito a valorizzare l'Italia e il suo tessuto industriale attraverso conferenze settoriali dedicate

 

ELITE

Nel corso del 2016 è stata creata ELITE S.p.A. La società è stata realizzata per completare il disegno strategico del progetto nato in Borsa Italiana nel 2012 per supportare la crescita delle aziende. Oggi l’offerta di ELITE si costituisce di ELITE Growth, ELITE Connect, ELITE Club Deal:

·         ELITE Growth, che nel solo 2016 ha visto nel complesso 160 nuovi ingressi, conta oggi più di 460 imprese da 25 nazioni e 30 settori, con oltre 39 miliardi di Euro di fatturato aggregato e oltre 170.000 dipendenti. Nella seconda metà dell’anno ELITE ha lanciato il suo primo Roadshow europeo che ha toccato Stoccolma, Madrid, Varsavia e Monaco e sarà a Parigi a gennaio 2017. E’ stato consolidato il modello delle Lounge sia con il sistema bancario, sia con il mondo dell’advisory. A livello internazionale è stata siglata la prima partnership con un'altra borsa in Europa continentale con l’Ungheria; mentre l’accordo siglato con il Casablanca Stock Exchange ha portato, nel 2016, le prime due classi marocchine con 24 società

·         ELITE Connect, la piattaforma digitale dedicata all'attività di investor relations, ha esteso il proprio network a 2000 utenti di cui 800 ‎attivi, supportando 40 webcast e webinar nell'arco del 2016. Nell'ambito di ELITE Connect è inoltre stato lanciato l'event management tool a supporto dell'organizzazione delle conference e disponibile ai broker 

·         ELITE Club Deal è la piattaforma di private placement dedicata alle aziende ELITE e agli investitori professionali. L’obiettivo di ELITE Club Deal è facilitare l’incontro fra imprese e investitori, in un contesto privato, complementare rispetto ai mercati di borsa e in sinergia con gli intermediari

 

Fixed Income

·         A completamento dei servizi di trading è stata introdotta sui mercati MOT e ETFPlus la funzionalità di Request for Quote – RFQ, per offrire agli intermediari una via veloce ed efficiente per negoziare contratti di ammontare elevato, tradizionalmente scambiati OTC. La presenza della controparte centrale ed il post-trading integrato permettono l’abbattimento del rischio controparte ed una più semplice ed economica gestione del settlement

·         Nel corso del 2016 è stato messo a disposizione per gli emittenti del segmento professionale ExtraMOT PRO lo scoring denominato "Classis PMI ZI-Score" specifico per il mercato italiano ed elaborato da Classis Capital SIM S.p.A. sul modello fornito da Edward I. Altman, Max L. Heine Professor of Finance alla Stern School of Business della New York University. Inoltre, da ottobre, sul mercato ExtraMOT è possibile, per le società emittenti, distribuire direttamente le obbligazioni e le cambiali finanziarie sin dalla fase di collocamento

·         Numerose le novità nel 2016 su SeDeX. A maggio è stata introdotta, per i prodotti più strutturati, la negoziazione solo in presenza dello specialista e all’interno delle quote di quest’ultimo, una modifica volta ad accrescere le tutele degli investitori. Da giugno un nuovo emittente Bank Vontobel ha quotato oltre 100 certificati a leva fissa, più che raddoppiando l’offerta di strumenti nel segmento. A settembre sono stati lanciati i primi certificati a leva fissa x2 su azioni italiane e da ottobre è possibile quotare su SeDeX certificati in valute diverse dall’Euro

 

Mercato Secondario

·         Nel 2016 Borsa Italiana ha rinnovato la propria offerta nel mercato secondario, lanciando Equity MTF di cui fanno parte il nuovo segmento Global Equity Market  e il segmento After Hours.
Il nuovo segmento è dedicato alla negoziazione di azioni di emittenti di diritto estero negoziati su mercati regolamentati dell’UE e dell’area OCSE

·         Il mercato IDEM si è arricchito di un nuovo strumento: le opzioni su azioni con stile europeo. La novità permette di esercitare l’opzione solo a scadenza, offrendo ai venditori di opzioni la certezza di non essere esercitati prima della stessa. La duplice metodologia di liquidazione fornisce un’ulteriore opportunità di trading e di gestione del proprio rischio di mercato

 

Post Trade

·         Monte Titoli ha festeggiato i 30 anni come depositario unico di tutti gli strumenti finanziari italiani (legge n. 289, 19 giugno 1986). Per l’occasione è stato pubblicato “Il Futuro è adesso” che guarda alle sfide future del mercato, in continuo cambiamento e sempre più internazionale

·         A novembre BNY Mellon, una delle più grandi banche custodi mondiali, è diventata aderente diretta a Monte Titoli confermando la competitività dei servizi offerti dal CDS dopo l'ingresso in Target 2 Securites-T2S

·         Continui miglioramenti della piattaforma X-COM nel corso dell'anno hanno permesso il lancio del triparty repo nel mercato italiano in linea con le esigenze delle tesorerie delle banche clienti. L'ammontare di collaterale gestito ha raggiunto oltre 2,5 miliardi ed i partecipanti sono arrivati a 6

 

Corporate

Finance for Fine Arts: Borsa Italiana, da sempre attenta a valorizzare le eccellenze italiane, ha creato all’interno di Palazzo Mezzanotte un nuovo spazio espositivo per valorizzare i lavori restaurati grazie al progetto “Rivelazioni – Finance for Fine Arts”

 

Altri Eventi

·         14° Trading Online Expo: giovedì 27 e venerdì 28 ottobre si è tenuto il consueto incontro dedicato al mondo del trading e dell’investimento online. L’edizione 2016 è stata dedicata all’innovazione e alla formazione economico-finanziaria con più di 70 seminari e incontri a cui hanno partecipato oltre 3000 persone

·         Conversazioni in Borsa: anche nel 2016 è continuato con successo il ciclo di “Incontri con i protagonisti” nella sede di Borsa Italiana con il Senatore Mario Monti

·         Bookcity Milano: Borsa Italiana ha ospitato la manifestazione “BOOKCITY MILANO” aprendo eccezionalmente al pubblico le porte della sua storica sede. Quest’anno Borsa Italiana ha organizzato il ciclo di incontri “Investire in Titoli” e ha ospitato convegni e approfondimenti del polo “Economia e Lavoro” della rassegna cittadina

 

Per scaricare il comunicato in Pdf: (pdffile pdf - 126 KB)

Per ulteriori informazioni:


Oriana Pagano                                                         +39 02 7242 6360

Stefano Totoro                                      media.relations@borsaitaliana.it                                             

                                                                                

Twitter                                                                   @BorsaitalianaIT

 

Borsa Italiana
Borsa Italiana è una delle principali borse europee e conta 387 società quotate sui propri mercati. Si occupa della gestione dei mercati azionari, obbligazionari e dei derivati. Tra i principali mercati azionari gestiti ci sono MTA  - con il segmento STAR - AIM Italia – dedicato alle piccole imprese – e il MIV. Gli altri mercati gestiti sono IDEM, ETFplus, MOT, ExtraMOT e ExtraMOT PRO. Da ottobre 2007 Borsa Italiana fa parte del London Stock Exchange Group.www.borsaitaliana.it