Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

2009

Mercati MTA e Expandi

18 Giu 2009 - 14:56

Da lunedi’ 22 giugno 2009 accorpati i mercati MTA e Expandi di Borsa Italiana



Da lunedì 22 giugno 2009 i mercati MTA (Mercato Telematico Azionario) ed Expandi di Borsa Italiana saranno accorpati: conseguentemente gli strumenti finanziari attualmente ammessi sul Mercato Expandi saranno ripartiti nei diversi segmenti dell’MTA e le fasi e gli orari di negoziazione di questi strumenti verranno ad esso uniformati.

Di seguito il dettaglio della ripartizione nei diversi segmenti:

a)     dal segmento standard classe 2 del mercato Expandi al segmento Blue Chip del MTA:

Banca Popolare dell’Emilia Romagna (azioni ordinarie e obbligazioni convertibili) e Banca Popolare di Sondrio (azioni ordinarie)

b)     dal segmento standard classe 2 del mercato Expandi al segmento standard classe 1 del MTA:

Arkimedica (azioni ordinarie e obbligazioni convertibili), Autostrade Meridionali (azioni ordinarie), Greenvision Ambiente (azioni ordinarie), Pramac (azioni ordinarie) e Screen Service Broadcasting Technologies (azioni ordinarie)

c)      dal segmento standard classe 1 del mercato Expandi al segmento  standard classe 1 del MTA:

Apulia Pronto Prestito (azioni ordinarie), B&C Speakers (azioni ordinarie), Best Union Company (azioni ordinarie), Biancamano (azioni ordinarie), Borgosesia (azioni ordinarie e risparmio), Caleffi (azioni ordinarie), Cogeme Set (azioni ordinarie e obbligazioni convertibili), Conafi Prestitò (azioni ordinarie), Enervit (azioni ordinarie), FNM (azioni ordinarie), IW Bank (azioni ordinarie), Kerself (azioni ordinarie), Mondo Home Entertainment (azioni ordinarie), Monti Ascensori (azioni ordinarie), Noemalife (azioni ordinarie), Pierrel (azioni ordinarie e warrant), Piquadro (azioni ordinarie), RCF Group (azioni ordinarie), Realty Vailog (azioni ordinarie), RGI (azioni ordinarie), Rosss (azioni ordinarie), Tamburi Investment Partners (azioni ordinarie), Toscana Finanza (azioni ordinarie), Valsoia (azioni ordinarie), Yorkville BHN (azioni ordinarie)

d)     dal segmento standard classe 2 di Expandi al segmento standard classe 2 del MTA:

Bioera (azioni ordinarie), Bouty Healthcare (azioni ordinarie), Compagnia Immobiliare azionaria (azioni ordinarie), Nova Re (azioni ordinarie), Ternienergia (azioni ordinarie).

A partire da lunedì 22 giugno 2009 entreranno in vigore anche le seguenti modifiche regolamentari:

  • creazione del MIV (Mercato degli Investment Vehicles):

viene creato un mercato regolamentato ad hoc in cui sono raggruppati tutti i veicoli di investimento quotati per  aumentare la visibilità e la riconoscibilità delle società che hanno come obiettivo la raccolta e l’investimento di capitali in attività mobiliari e immobiliari. Sul MIV verranno negoziate le quote di fondi chiusi, le azioni di Investment Companies  e le Real Estate Investment Companies (REIC)

  • procedure dedicate di passaggio dal mercato AIM Italia al mercato MTA:

per costituire un percorso di crescita coerente e complementare al percorso di sviluppo delle imprese, viene semplificata la documentazione che le società ammesse da almeno 18 mesi sul mercato AIM Italia dovranno presentare per essere quotate sul mercato MTA ed è ridotta la tempistica di approvazione

  • procedura di ammissione dedicata per società Private Equity Backed:

viene semplificata la documentazione che devono presentare, per l’ammissione a quotazione, le società che abbiano nel proprio capitale una presenza  significativa da parte di un fondo di private equity, per incentivare la way-out da parte di questi fondi e tenuto conto del maggior livello di sofisticazione che presentano le società già partecipate da investitori professionali.


Scarica il comunicato in pdf: (pdffile pdf - 46 KB)