Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

COMUNICATI STAMPA 2006

Code of Conduct per i servizi di clearing e settlement

07 Nov 2006 - 21:35

Firmato oggi a Bruxelles da Borsa Italiana, Cassa di Compensazione e Garanzia e Monte Titoli



Borsa Italiana, Cassa di Compensazione e Garanzia e Monte Titoli hanno firmato il Code of Conduct, presentato oggi a Bruxelles al Commissario europeo al mercato interno Charles McCreevy, per i servizi di compensazione e garanzia e di regolamento titoli azionari (clearing e settlement).

Il Code of Conduct è stato altresì firmato da altri mercati regolamentati appartenenti alla Federazione delle Borse Europee, FESE, dalle Controparti Centrali aderenti all’EACH e dai Depositari Centrali membri dell’ECSDA.

Il Code of Conduct prevede:
- la trasparenza dei prezzi per permettere agli operatori d comprendere meglio e confrontare prezzi e servizi delle diverse organizzazioni;
- l’accesso ai servizi resi e l’interoperabilità fra i sistemi di post-trading delle organizzazioni con lo scopo di favorire una maggiore integrazione del mercato europeo e consentire ai partecipanti al mercato di scegliere tra più fornitori di servizi;
- una maggiore suddivisione dei servizi forniti (unbundling) prevedendo per ciascuno una contabilità separata per assicurare un maggior dettaglio informativo e favorendo quindi la scelta da parte dei clienti del più conveniente sistema di post-trading.

Il Codice prevede anche un sistema di monitoraggio della realizzazione di queste attività.

Le Borse, le Controparti Centrali e i Depositari Centrali che hanno aderito all’iniziativa condividono l’obiettivo di raggiungere una maggiore efficienza e una più ampia integrazione del mercato dei capitali europeo pur in un contesto competitivo. Lo scopo condiviso del Codice – in linea con gli obiettivi della Commissione Europea - è quello di consentire agli investitori di negoziare azioni europee all’interno di un contesto efficiente, anche dal punto di vista dei costi.

Il Code of Conduct avrà un’introduzione graduale:
- entro il 31 dicembre 2006, sarà messa in atto la trasparenza sui prezzi
- entro il 30 giugno 2007 saranno stabilite le condizioni di accesso e interoperabilità
- dal 1° gennaio 2008 sarà assicurata una maggiore articolazione dei singoli servizi  prevedendo per ciascuno una contabilità separata.

 

Scarica il comunicato in pdf(pdffile pdf - 28 KB)