Cookie
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.
 
2003

 

Dichiarazioni Tantazzi e Capuano


COMUNICATO STAMPA

Dichiarazioni di Angelo Tantazzi, Presidente di Borsa Italiana

e di Massimo Capuano, Amministratore Delegato di Borsa Italiana

 

"Oggi si chiude un anno caratterizzato dalla significativa crescita economica degli Stati Uniti e del continente asiatico e, nel secondo semestre, da una moderata ripresa dell'Europa - sottolinea Angelo Tantazzi Presidente di Borsa Italiana. I mercati finanziari hanno accolto positivamente questo nuovo contesto con una crescita degli indici borsistici dopo tre anni di ribassi.

Nonostante le tensioni geopolitiche, che continuano a rappresentare un elemento di incertezza, il quadro macroeconomico per il 2004 si può definire più positivo, favorito da bassi tassi di interesse e da politiche fiscali che mirano a sostenere l'attività produttiva.

In questo contesto il Gruppo Borsa Italiana ha raggiunto importanti risultati sotto il profilo dello sviluppo e dell'efficienza, realizzando l'integrazione delle attività di post-trading con l'avvio della Controparte Centrale per il mercato azionario e del nuovo sistema di liquidazione Express II, dotando così il mercato italiano di un'infrastruttura finanziaria sicura ed efficiente in linea con i migliori standard internazionali; per il futuro il Gruppo intende rinnovare il proprio contributo - insieme alle altre Autorità - al processo di rafforzamento del nostro sistema finanziario e regolamentare".

"Le attività realizzate quest'anno - dice Massimo Capuano Amministratore Delegato di Borsa Italiana - rappresentano il punto di partenza per un ulteriore spinta alla crescita del Gruppo nel contesto internazionale, sia sotto il profilo industriale sia in termini di partecipazione allo sviluppo di un mercato finanziario europeo. A livello nazionale è stata portata a termine la fase di integrazione della struttura organizzativa e operativa tra il front end e il back end, venendo incontro alle esigenze dei partecipanti ai mercati.

Pur in una situazione caratterizzata da criticità che hanno interessato alcune aziende italiane, anche di significativa rilevanza per gli investitori, il mercato italiano è oggi in grado di reagire in maniera matura e tempestiva. Le iniziative che verranno prese in funzione dei singoli casi o finalizzate a una nuova organizzazione dei compiti di vigilanza vedranno una consapevole partecipazione di Borsa Italiana per il ruolo che le spetta nella gestione dei mercati regolamentati.

Molte delle iniziative avviate nel 2003, tra cui il restyling del Nuovo Mercato e il lancio del Mercato Expandi dedicato alle piccole e medie imprese che vogliano avvicinarsi al mercato azionario, avranno impatto nel 2004 contribuendo allo sviluppo e all'allargamento del listino, che potrà beneficiare anche dell'effetto dei recenti incentivi fiscali alla quotazione e ai fondi che investono in mid e small caps.

Il mercato dei corporate bonds - grazie anche agli investimenti già realizzati sulla piattaforma del MOT (mercato telematico obbligazionario italiano) - verrà ulteriormente sviluppato, anche in competizione con il mercato lussemburghese, contando sulla forte determinazione e interesse dell'intero sistema italiano.

Il 2004, con l'elezione alla Presidenza della Fese (Federazione europea dei securities exchanges), sarà l'anno in cui Borsa Italiana potrà e dovrà ancor più impegnarsi per affermare il proprio ruolo propositivo sia riguardo le Direttive europee sia nel consolidamento tra le varie Borse continentali.

Nel corso del 2003 è stato avviato il servizio di Controparte Centrale gestita dalla Cassa di Compensazione e Garanzia (CC&G) in sostituzione dei precedenti meccanismi di garanzia dei contratti; il mercato italiano ha così oggi a disposizione un sistema di risk management aperto all'interoperabilità con analoghi sistemi esteri.

Monte Titoli, attraverso un processo di continuo confronto con le Autorità di vigilanza e con i partecipanti al mercato, ha proseguito le attività finalizzate alla realizzazione del nuovo sistema di liquidazione Express II, avviato a dicembre per i titoli a reddito fisso e programmato per il prossimo gennaio per tutti gli altri strumenti finanziari.

A giugno è iniziata la diffusione in tempo reale dell'indice S&P/Mib, mentre a novembre hanno preso il via le contrattazioni del relativo ETF, il primo di una serie di strumenti finanziari che avranno l'indice S&P/Mib come sottostante. Caratterizzato da una rappresentazione più completa del mercato azionario italiano, grazie al ruolo di una classificazione settoriale in linea con la best practice internazionale e alla considerazione del flottante delle società quotate, il nuovo indice - realizzato attraverso una collaborazione di Borsa Italiana con Standard & Poor's - ha tutti gli elementi per rappresentare un efficiente sottostante di nuovi prodotti.

Il mercato dei derivati azionari (Idem) si è rinnovato con l'avvio di una nuova versione della piattaforma di negoziazione. Tra le modifiche apportate è rilevante l'introduzione della funzionalità circuit breaker, che - come già da tempo previsto per il mercato azionario e come avviene su altri mercati dei derivati internazionali - consente la sospensione automatica degli strumenti negoziati qualora si verifichi il superamento di alcuni limiti di variazione dei prezzi e permette un controllo automatico del regolare svolgimento delle negoziazioni, evitando il rischio di conclusione di contratti a prezzi anomali.

E' proseguita l'attività di promozione dei mercati italiani presso gli intermediari italiani ed esteri, oggi 128 - con particolare attenzione al numero di operatori internazionali, saliti a 35.

Sono proseguiti il rafforzamento di BIt System, società di ICT di Borsa Italiana in partnership con SIA, e il consolidamento delle attività della controllata Piazza Affari Gestione e Servizi che gestisce il Congress and Training Centre di Palazzo Mezzanotte. E' diventata operativa la nuova versione del sito di Borsa Italiana www.borsaitaliana.it che, con nuovi contenuti e servizi, ha registrato nell'anno oltre 150 milioni di pagine viste.

A livello regolamentare Borsa Italiana ha collaborato attivamente, insieme alle principali associazioni dei partecipanti al mercato, alla realizzazione di tre positioning papers sulle proposte di Direttive europee in materia di servizi di investimento e organizzazione dei mercati, di prospetti informativi per l'offerta di strumenti finanziari e di normativa sulle offerte pubbliche di acquisto".

 

Milano, 30 dicembre 2003


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.