Cookie
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.
 
2002

 

021120_3roadshow


COMUNICATO STAMPA

3° Road Show del nuovo Mercato

IL TRADIZIONALE APPUNTAMENTO DI BORSA ITALIANA

CON LA COMUNITA' FINANZIARIA

A tre anni e mezzo dal suo avvio, il Nuovo Mercato di Borsa Italiana conferma la sua validità quale importante strumento per favorire la crescita e la competitività delle imprese italiane nei settori tecnologici e innovativi.

Il Terzo Road Show del Nuovo Mercato offre l'opportunità di un incontro tra le società quotate e la comunità finanziaria per fare il punto sui risultati raggiunti e sulle prospettive future.

 

Dati mercato

Il Nuovo Mercato, operativo dal 17 giugno del 1999 (inizio delle negoziazioni del titolo Opengate), può contare oggi su 45 società quotate, una capitalizzazione complessiva pari a 7.6 miliardi di euro e scambi medi giornalieri per 38 milioni di euro.

Le società quotate sul Nuovo Mercato rappresentano i principali settori innovativi e ad alta crescita dell'economia italiana:

17% IT distribution

13% High Tech Manufacturing

13% Software

11% Internet companies

9% ISP & Telcos

9% System Integration

7% Entertainment

7% Media

4% Biotechnologies

4% Investment Companies

2% Financial Services

2% Web services

2% altro

 

Dopo le Blue Chip, le società del Nuovo Mercato presentano la più alta turnover velocity (rapporto scambi/capitalizzazione) tra quelle quotate sui mercati e i segmenti di Borsa Italiana e sono più liquide di quelle di pari dimensioni appartenenti al segmento ordinario della Borsa e al Mercato Ristretto.

 

Confronti internazionali

Il Nuovo Mercato di Borsa Italiana è oggi secondo in Europa - dopo il Neuer Markt tedesco - per capitalizzazione e scambi.

Le società del Nuovo Mercato sono in Europa tra le più capitalizzate, tra le più scambiate e tra quelle con il più alto rapporto di turnover velocity.

Per quanto riguarda la capitalizzazione, tra le prime cinque società quotate su mercati high-growth in Europa, tre appartengono al Nuovo Mercato. Tra le prime 30 azioni europee più scambiate, sempre quotate su mercati high-growth, 4 appartengono al Nuovo Mercato.

La volatilità, pari al 35.2%, è in linea con quella dei principali mercati dedicati a società ad alta crescita.

 

Dati società

Le società del Nuovo Mercato, che al momento della quotazione hanno un'età media di 9 anni, presentano un flottante medio collocato del 29,3% (salito a ottobre 2002 al 38,9%). In particolare 10 società hanno un flottante superiore al 50%, 18 società hanno un flottante compreso tra il 30 e il 50%, 12 società tra il 20% e il 30% e 5 inferiore al 20%.

La capitalizzazione media per società è, a fine ottobre, di 170 milioni di euro.

Ad oggi sono tre i dual listing di società quotate anche su altri mercati europei (BB Biotech, società di diritto svizzero, Aisoftware e Algol) e all'inizio del 2003, al perfezionamento della fusione tra Biosearch Italia e la statunitense Versicor, quotata al Nasdaq, potrebbe concretizzarsi la prima quotazione di un'azienda americana sul Nuovo Mercato italiano.

Le società quotate sono cresciute, oltre che per sviluppo interno, anche per mezzo di acquisizioni grazie a 184 operazioni che le hanno portate a diventare tra le società leader del loro settore. Le stesse società presentano un tasso di crescita dell'occupazione del 51.7% annuo e danno occupazione ad oltre 21 mila persone (dato a fine 2001).

Pur in presenza di una congiuntura sfavorevole, le società hanno archiviato nelle semestrali 2002 risultati positivi: circa ¾ delle società quotate mostra un fatturato in crescita rispetto al primo semestre del 2001 mentre circa la metà delle società ha registrato una crescita dell'attivo. Nell'ultimo rapporto Mediobanca, tre società del Nuovo Mercato sono tra le 20 giudicate più dinamiche nel 2001 con una crescita del fatturato superiore al 20% e un'incidenza del risultato netto sul fatturato superiore al 4%.

Le società si presentano inoltre mediamente solide dal punto di vista finanziario: il 56% ha posizione finanziaria netta positiva, il 58% delle società ha ebitda positivo, il 33% ha ebit positivo.

 

Corporate Governance e trasparenza

Tutte le società del Nuovo Mercato forniscono indicazioni sulla composizione del Consiglio di Amministrazione, il 91% ha nominato un comitato di controllo interno, l'84% ha adottato una procedura interna per il trattamento delle informazioni riservate e il 100% ha Investor Relations Manager.

I Consigli di Amministrazione risultano composti per il 63% da amministratori non esecutivi (di cui oltre la metà indipendenti) e per il 37% da amministratori esecutivi.

Le società del Nuovo Mercato sono molto attive per quanto riguarda la comunicazione su internet: tutte hanno una sezione web di investor relations, pubblicano i dati finanziari e quasi l'80% pubblica contestualmente i comunicati stampa anche in lingua inglese.

 

Coverage analisti

Nel corso del 2002 sono state pubblicate in media 8 ricerche per società da parte di analisti finanziari mentre 36 broker - di cui 16 stranieri - hanno prodotto nell'anno almeno uno studio su una società quotata al Nuovo Mercato.

 

 

 

 

Nuove quotazioni e delisting

Il Nuovo Mercato italiano non è stato interessato da operazioni di delisting, fatto che ha invece caratterizzato l'attività degli altri mercati nel periodo 1999-2002.

 

Dati cumulativi 1999-2002:

Nasdaq USA 978 IPO e 2828 delisting

Neuer Markt 290 IPO e 105 delisting

Nouveau Marché 96 IPO 21 delisting

Nasdaq Europe 30 IPO e 33 delisting

Swiss New Market 17 IPO e 4 delisting

 

Modifiche regolamentari

Oltre alle misure recentemente varate da Borsa Italiana, come la nuova disciplina sull'internal dealing, il Codice di Autodisciplina e la Guida per l'informazione al mercato, sono in via di approvazione nuove regole a supporto della liquidità, della trasparenza e della Corporate Governance delle società del Nuovo Mercato.

Fra le modifiche regolamentari sono previsti l'innalzamento del livello del flottante e del patrimonio netto in fase di ammissione, il prestito titoli per le azioni soggette a lock-up, la presenza di investitori istituzionali in capitale di rischio e/o partner industriali strategici con una partecipazione non inferiore al 10% del capitale delle imprese con meno di tre anni di bilanci che chiedono l'ammissione e l'introduzione di criteri di ammissione e permanenza basati sulla corporate governance (numero minimo di amministratori indipendenti, comitato di controllo interno, comitato per la remunerazione).

Partners Nuovo Mercato

Il Network dei Partners del Nuovo Mercato che conta ad oggi 87 professionisti - intermediari finanziari, società di consulenza e di revisione, studi legali, società di comunicazione e partners onorari - collabora con Borsa Italiana per promuovere il mercato e consolidare la diffusione di equity culture.

 

Milano, 20 novembre 2002


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.