Cookie
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.
 
1998

 

980210 corrispettivi quotaz.98


COMUNICATO STAMPA

 

Borsa Italiana Spa: Varati i corrispettivi di quotazione per 1998

Elaborati con il contributo delle componenti del mercato ed approvati dal Comitato di Consultazione della società

Garantita la competitività del nostro mercato a livello internazionale: il costo medio di qutazione è di 35.000 lire per miliardo di capitalizzazione

Allineamento agli standard internazionali: scelto il parametro di riferimento più diffuso, la capitalizzazione dei titoli

Titoli di nuova quotazione: i corrispettivi verranno richiesti solo a partire dal semestre successivo a quello di entrata in Borsa

 

Milano, 10 febbraio 1998 -

Il Consiglio d'Amministrazione della Borsa Italiana SpA ha definito i corrispettivi per la quotazione e per l'ammissione alla quotazione del 1998, elaborati con il supporto dei rappresentanti delle società quotate.

I corrispettivi hanno ricevuto l'approvazione del Comitato di Consultazione, l'organo che, come previsto dallo statuto della società, rappresenta i soggetti interessati al funzionamento dei mercati, in particolare emittenti, intermediari ed investitori istituzionali, e ne esprime le esigenze al Consiglio d'Amministrazione. I membri del Comitato sono: Francesco Aletti, Ennio Doris, Gabriele Galateri Di Genola, Roberto Ruozi - Presidente - Gustavo Visentini e Giuseppe Zadra - Vice Presidente.

Garantire la competitività del nostro mercato con le altre Borse estere ed allinearlo agli standard internazionali più diffusi: questi i due principali obiettivi che hanno guidato la società mercato nel lavoro di analisi e nella determinazione dei corrispettivi di quotazione

che da quest'anno sostituiscono i diritti di quotazione, che erano previsti dall'ordinamento di carattere pubblico del mercato mobiliare.

A seguito del processo di privatizzazione della Borsa e con la costituzione, a seguito dell'approvazione della Consob, della nuova società privata il rapporto tra i partecipanti al mercato ed il suo gestore si modificherà radicalmente e risponderà a logiche di natura esclusivamente privata.

Il parametro di riferimento prescelto è uno dei più diffusi a livello internazionale, la capitalizzazione dei titoli quotati.

Questa scelta permette una semplice modalità di calcolo da parte delle società emittenti e un'agevole comparabilità internazionale.

La gamma dei titoli quotabili alla Borsa Italiana comprende: azioni, obbligazioni, warrant, titoli di stato e, dal 2 gennaio 1998,

con l'entrata in vigore del nuovo Regolamento dei mercati gestiti dalla Borsa SpA, anche covered warrant e quote fondi mobiliari ed immobiliari chiusi. La gamma è destinata ad aumentare in base alle esigenze che verranno dal mercato.

La struttura dei corrispettivi -

il cui importo si differenzia in base alla tipologia dei titoli come mostra la tabella allegata - prevede per le azioni un limite minimo - floor - ed un limite massimo - cap - a carico degli emittenti, pari rispettivamente a 10 milioni e 500 milioni di lire, a semestre.

Le società straniere pagheranno il limite minimo di 10 milioni di lire al semestre.

Grazie a questa articolazione, il costo medio annuale di quotazione in Italia è di 35 000lire - per miliardo di capitalizzazione - che è inferiore alla media dei valori registrati su altri mercati internazionali (Amsterdam, Londra, Parigi, Stoccolma e NYSE) che è pari a 36 800 lire.

A fronte di questi corrispettivi la Borsa Italiana SpA fornisce attualmente agli emittenti i seguenti servizi: determinazione del prezzo dei titoli, liquidità degli stessi, potenzialità di raccolta di nuovi capitali e supporto tecnico in occasione dei più importanti eventi societari.

"Servizi che sono destinati a migliorare, sia quantitativamente che qualitativamente" ha detto l'Amministratore Delegato della società di gestione del mercato, Massimo Capuano, "perché intendiamo sviluppare una struttura che sappia rispondere alle articolate esigenze di tutti i partecipanti al mercato ed affrontare le sfide competitive poste dallo scenario internazionale".

I titoli di nuova ammissione pagheranno i corrispettivi solo a partire dal semestre successivo alla quotazione.

Per l'ammissione alla quotazione, eliminato il certificato peritale, le società, in base alla prassi internazionale, corrisponderanno una entry fee calcolata sul prezzo di offerta e con riferimento al capitale sociale attestato successivamente all'offerta.

La Borsa Italiana SpA è la nuova società di gestione del mercato mobiliare italiano. Autorizzata dalla Consob, è operativa dal 2 gennaio 1998 e svolge le funzioni del Consiglio di Borsa - ora in liquidazione - e nuove attività, tra cui l'ammissione alla quotazione, la revoca e la sospensione dei titoli e la disciplina degli intermediari.

CORRISPETTIVI ANNUALI DI QUOTAZIONE - 1998

AZIONI

Per ogni societa:

  • 22.500 lire semestrali per miliardo di capitalizzazione (calcolata sulla media del semestre precedente)
  • minimo: 10 milioni semestrali
  • massimo: 500 milioni semestrali

Società estere:

  • 10 milioni semestrali, salvo casi particolari da esaminare al momento della richiesta di quotazione

OBBLIGAZIONI

  • 2,5 milioni semestrali per ogni prestito il cui valore nominale residuo all'inizio del semestre sia inferiore o uguale a 100 miliardi
  • 5 milioni semestrali per ogni prestito il cui valore nominale residuo all'inizio del semestre sia superiore a 100 miliardi e inferiore o uguale a 500 miliardi
  • 7,5 milioni semestrali per ogni prestito il cui valore nominale residuo all'inizio del semestre sia superiore a 500 miliardi

WARRANT

  • 5 milioni semestrali per singolo warrant

COVERED WARRANT

  • 500.000 lire semestrali per singola serie

TITOLI DI STATO

  • 100.000 lire annuali per ogni linea di quotazione

FONDI CHIUSI MOBILIARI E IMMOBILIARI

  • Stessi corrispettivi del mercato azionario (calcolati sulla capitalizzazione)

CORRISPETTIVI PER LA PRIMA QUOTAZIONE - 1998

AZIONI

  • 140.000 lire per miliardo di capitalizzazione, calcolata sul prezzo di offerta e con riferimento al capitale sociale attestato successivamente all'offerta
  • importo minimo: 20 milioni
  • importo massimo: 1 miliardo

OBBLIGAZIONI

(da applicare per singolo strumento da quotare)

  • obbligazioni pure: 1 milione
  • obbligazioni convertibili: 5 milioni
  • obbligazioni strutturate: 5 milioni

WARRANT

  • 5 milioni per singolo warrant

COVERED WARRANT

  • 1 milione per emissione

DIRITTI DI OPZIONE O ASSIMILABILI (NEGOZIABILI)

  • 10 milioni per diritto

FONDI CHIUSI MOBILIARI E IMMOBILIARI

  • stessi corrispettivi del mercato azionario (calcolati sulla capitalizzazione)


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.