Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Formazione Sotto la Lente

Nasdaq - Parte seconda

05 Gen 2007 - 11:34

Il Nasdaq 100



bullet (9207)Parte prima  | bullet (9207)Parte seconda

Il Nasdaq 100 è l’indice che include 100 fra le maggiori società non finanziare quotate sul Nasdaq. Tale paniere include titoli relativi ad aziende degli Usa e straniere che non siano holding, società finanziarie, banche o compagnie di investimento; i settori maggiormente rappresentati sono quello tecnologico (hardware e software), delle telecomunicazioni, della biotecnologa e quello del commercio sia al dettaglio, sia all’ingrosso.

Nasdaq 100 - introIl Nasdaq 100 è un indice basato sulla capitalizzazione di mercato, anche se nel calcolo della ripartizione dei pesi viene utilizzato un algoritmo particolare che tiene conto del settore in cui le aziende quotate operano in modo da garantire una certa diversificazione che consenta di considerare tutti i comparti merceologici. Non è strettamente considerato il principio della ponderazione per capitalizzazione flottante, dal momento che le società quotate al Nasdaq, a differenza del caso europeo, difficilmente hanno una capitalizzazione totale maggiore della capitalizzazione flottante.

L’indice è stato lanciato il 31 gennaio 1985 con una base di 250; vista la crescita della sua valorizzazione il primo gennaio 1994 il valore del paniere è stato diviso per due ed è ripartito quindi da 125 punti.

Il Nasdaq 100 subisce revisioni trimestrali che possono determinare il cambiamento dei titoli in lista o la modificazione delle relative ponderazioni. Le revisioni avvengono in Marzo, Giugno, Settembre e Dicembre e diventano effettive con i valori di chiusura del terzo venerdì del mese.

Vi sono anche degli aggiustamenti straordinari qualora si verifichino eventi particolari quali stock split, stock dividend, o spin-off. In tali circostanze si procede ad una revisione dell’indice entro dieci giorni se la modifica riguarda titoli pari o superiori al 5% del capitale. In alternativa i cambiamenti hanno effetto a partire dalla prima revisione trimestrale.

I criteri di ammissione prevedono che i titoli:

  • siano quotati esclusivamente sul Nasdaq, a meno che essi non siano stati trattati continuativamente anche su un altro mercato Usa prima del primo gennaio 2004: in tal caso è ammessa la duplice quotazione
  • riguardino società non finanziarie
  • non siano emessi da aziende in condizioni di bancarotta o con procedimenti di insolvenza in corso
  • abbiano un volume di scambi giornalieri pari ad almeno 200.000 titoli
  • abbiano una capitalizzazione totale media di mercato pari o superiore allo 0.1% della capitalizzazione media di mercato dei titoli del Nasdaq 100
  • siano quotati da almeno un paio di anni

nasdaq 100 scheda

Inoltre le società quotate devono presentare regolarmente bilanci annuali sottoposti a revisione contabile certificata.

Come si diceva sopra, non è necessario che i titoli presenti nell’indice siano relativi ad aziende statunitensi, ma nel caso in cui esse ricadano sotto un'altra giurisdizione legale (titoli di aziende estere) viene richiesto un ulteriore requisito. I titoli devono essere il sottostante per opzioni quotate su un mercato ufficiale Usa o, tutt’al più, avere opzioni con tutti i requisiti necessari per poter essere scambiati su uno dei mercati ufficiali. In quest’ultimo caso ogni anno viene effettuata la verifica del soddisfacimento dei criteri delle opzioni.

Infine, in caso di presenza di più classi di azioni (ordinarie, risparmio, preferenziali, ecc.) solo una di queste potrà essere inserita nell’indice.

Il 24 Marzo 2000 il Nasdaq 100 ha segnato il suo record storico a quota 4.816,35 punti

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.