Investiamo nella solidarietà

Il Giving back Trading Day ha lanciato Borsa Italiana Group Foundation che si occuperà di gestire e supportare progetti di charity. Ce ne parla Marina Famiglietti, Head of HR del gruppo Borsa Italiana e Managing Director della Foundation.



16 Apr 2021 - 15:00

Restituire alla comunità parte di quanto si è guadagnato. È questo il concetto che sta alla base del “Giving back Trading Day 2021”, una giornata dedicata al fundraising per le iniziative di charity di Borsa Italiana. Le commissioni di negoziazione raccolte oggi saranno destinate alla costituzione del fondo di Borsa Italiana Group Foundation, il nuovo soggetto che da ora in poi si occuperà di sviluppare e supportare tutti i progetti benefici del Gruppo. Facciamo il punto con Marina Famiglietti, Head of HR del Gruppo Borsa Italiana e Managing Director della Foundation, su tutte le attività charity del Gruppo.

 

Come funzionerà nello specifico Borsa Italiana Group Foundation?

 

«Si tratta di un nuovo canale, non di un’entità giuridica a sé, creato per permettere all’azienda di continuare ad agire come change maker all’interno delle comunità in cui opera. Sarà guidata da un comitato manageriale intra-gruppo che ha il compito di selezionare i progetti più vicini alla nostra mission. Ci focalizzeremo in particolar modo sulla valorizzazione di giovani che si trovano in situazioni di disagio e di svantaggio per favorirne l’inserimento nella società e contribuire così allo sviluppo delle comunità in cui operiamo. Per questo abbiamo deciso di non dare un generico supporto a determinate associazioni, ma preferiamo finanziare progetti specifici attraverso partnership con fondazioni o organizzazioni benefiche».

 

Su quali aree di intervento focalizzerete l’attenzione?

 

«Tre sono i pilastri su cui la fondazione convoglierà gli sforzi: People, Society ed Environment. Alcune iniziative sono già state avviate, come per esempio in ambito People la partnership con l’associazione Caf, un centro dedicato all’accoglienza, alla terapia e allo studio del maltrattamento infantile e dell’abuso sessuale sui minori. Nello specifico, stiamo contribuendo da un lato a sviluppare percorsi finalizzati al rientro in famiglia dei minori e, dall'altro, ad accompagnare all’autonomia i neomaggiorenni residenti fuori dalla famiglia anche attraverso percorsi di studio e formazione. Nell’area Society, invece, abbiamo attivato una collaborazione con la fondazione Allianz Umana Mente, concentrandoci sul progetto “Impariamo dall’eccellenza”. Si tratta di un’iniziativa attraverso la quale 330 ragazzi in difficoltà, selezionati con l’aiuto del team HR di Borsa Italiana, hanno potuto fare un’esperienza di formazione e lavoro in 49 strutture del circuito Relais&Chateaux, al termine della quale molti di loro sono stati assunti. Per quanto riguarda, infine, l’ambito Environmnent, stiamo valutando nuove partnership e presto lanceremo un progetto che coinvolgerà i giovani in particolare sul tema della tutela dei mari».

 

Come ha sottolineato il Ceo di Borsa Italiana Raffaele Jerusalmi in apertura del Giving back Trading Day, in questa nuova iniziativa fondamentale sarà anche il supporto di tutte le persone che lavorano nel Gruppo. In che modo?

 

«Da un lato saranno parte attiva nel farsi promotori di eventuali progetti poi sottoposti al vaglio del comitato manageriale, dall’altro avranno l’opportunità di essere coinvolti in iniziative di volontariato dedicando due giornate all’anno a queste iniziative. Metteremo quindi le nostre competenze al servizio delle proposte che andremo a selezionare, alle quali daremo anche visibilità in termini di comunicazione. Crediamo molto in questi progetti, a maggior ragione oggi, nel contesto della pandemia che ha messo ancora più in difficoltà la nostra comunità, più che mai bisognosa di un aiuto concreto e di un coinvolgimento attivo da parte di tutti. Una responsabilità collettiva che vogliamo assumerci il cui obiettivo finale è costruire un circolo virtuoso tra Borsa Italiana, le realtà in cui operiamo e l’ambiente che ci circonda».


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.