IPO Sostenibili e società quotate

Vi è una crescente consapevolezza che i principali fattori ESG possono essere associati al valore aziendale nel lungo termine. I maggiori investitori in tutto il mondo stanno allocando capitali presso società ben attrezzate per beneficiare della transizione verso un'economia green e sostenibile, essendo desiderosi di proteggere i loro portafogli da rischi ambientali, sociali e di governance (ESG).

Gli emittenti che rispondono in modo proattivo alle tendenze macroeconomiche e di lungo termine e pubblicano informazioni ESG di elevata qualità, hanno maggiori probabilità di attrarre e mantenere investitori con una strategia di lungo termine, riducendo il costo del capitale e aumentando la loro capacità di raccogliere nuove risorse per finanziare progetti sostenibili.

È cruciale per l’emittente incorporare e spiegare la rilevanza dei fattori ESG relativi al proprio modello di business e alla strategia. È altresì importante chiarire come la società si sta posizionando, sia per beneficiare di questi fattori, sia per gestire e mitigare i rischi ad essi associati e come intende accedere a nuove opportunità e flussi di ricavi generati dalla transizione verso un'economia più sostenibile.

Indipendentemente dalla pianificazione di un’IPO, di un nuovo aumento di capitale o di un costante aggiornamento con gli stakeholder finanziari in qualità di società quotata, un pensiero strategico integrato aumenterà la capacità della società di attrarre e mantenere gli investitori nel lungo periodo.

 

IPO Sostenibili

Molti tra i maggiori investitori al mondo stanno allocando capitali a società che hanno punteggi ESG più elevati, esposizione ai temi green, o sono meglio attrezzate per raggiungere obiettivi sostenibili. L’imprenditore che sta percorrendo il processo di quotazione, avrà maggiore possibilità di concludere un’IPO di successo, dimostrando resilienza e prontezza nella transizione verso un business più sostenibile e green e richiedendo agli investitori risorse per finanziare tali progetti.

Non esiste una unica dimensione per tutti i dati ESG. È necessaria la consistenza dei dati così come il focus sulla materialità per gli investitori.

Le società che desiderano utilizzare i capitali raccolti in quotazione per sostenere una strategia orientata alla sostenibilità, si concentreranno sui principali driver riconducibili ai tre pilastri - Ambiente, Sociale, Governance - tramite:

  • Investimenti per valorizzare l’impatto della società sulle variabili chiave del business;
  • Transizione del proprio modello di business verso un modello sostenibile;
  • Azioni concrete derivanti dallo sviluppo della cultura della sostenibilità;

Allo stesso tempo, i nostri mercati azionari sono stati progettati al fine di supportare le PMI nella raccolta di capitali per la crescita, nonché i leader globali con radici italiane che devono consolidare e rafforzare ulteriormente il loro posizionamento competitivo internazionale.

 

Obiettivi di sviluppo sostenibile

L’agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile adottata da tutti gli Stati membri delle Nazioni Unite nel 2015, fornisce un modello condiviso per la pace e la prosperità per le persone ed il pianeta. L’agenda prevede 17 obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals – SDGs), che sono un invito urgente all'azione da parte di ognuno di noi, in una partnership globale. Anche gli imprenditori e le imprese sono chiamati a contribuire. La messa in atto degli obiettivi di sviluppo sostenibile dipenderà dall'impegno attivo sia del settore pubblico sia del settore privato e le imprese sono chiamate a sviluppare best practice responsabili, come quelle promosse dal Global Compact delle Nazioni Unite.

I capitali raccolti in IPO, oppure tramite successive offerte oppure ancora in seguito all’'emissione di titoli di debito ESG, potrebbero essere utilizzati per indirizzare l'agenda internazionale verso la messa in atto degli obiettivi di sviluppo sostenibile e di specifici progetti di crescita sostenibile.

 

Come identificare i temi

È necessario che gli emittenti condividano quali fattori ESG considerano più rilevanti o materiali per il loro business, spiegando in quale modo possono influenzare la strategia aziendale ed i risultati finanziari e operativi e dimostrando resilienza e prontezza nel cogliere le opportunità di mercato.

Borsa Italiana e London Stock Exchange hanno distribuito ai propri emittenti le linee guida LSEG sulla reportistica ESG con gli investitori, per supportare l'identificazione dei principali indicatori di performance ESG. Le linee guida forniscono anche ispirazione su indicatori quantitativi da considerare, come definiti dal Modello di rating ESG di FTSE Russel. Il modello si basa sui tre pilastri: Ambiente, Sociale e Governance e su 14 temi adattati per riflettere la loro materialità per ciascuna società.

Per maggiori dettagli sulla metodologia, consultare il sito di FTSE Russel.

Quando le informazioni ESG vengono presentate agli investitori, è importante capire quali informazioni e dati sono utili per gli investitori. I global framework forniscono uno strumento essenziale per consentire agli investitori di analizzare e confrontare i rischi ESG tra società e settori di business.

L'adozione di standard globali e framework rappresenta una guida per affrontare il tema della sostenibilità nel dialogo con gli investitori, rendendo le informazioni più disponibili, coerenti e affidabili.

Di seguito un elenco di standard di reportistica internazionale ed iniziative a cui poter fare riferimento.

Come quotarsi

Approfondisci il percorso di quotazione per favorire la sostenibilità aziendale. Ecco i link ai tre mercati principali:


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.