Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Italiani, risparmiatori con attenzione

La propensione al risparmio degli italiani rimane immutata, ma cambiano le strategie



FTAOnline, Milano, 07 Nov 2014 - 11:07

Un’indagine svolta dall’Ipsos per conto dell’Acri in occasione della 90° giornata del Risparmio rivela un cambiamento nel comportamento degli italiani: rimaniamo un popolo di risparmiatori, ma nel contesto attuale tendiamo a privilegiare strategie difensive che pongono maggiore attenzione ai consumi.


Meglio risparmiare che investire in un Paese ritenuto in crisi
In attesa di un futuro migliore, gli italiani consumano e investono con molta prudenza: questi sono i risultati dello studio svolto dall’Ipsos.
Il contingente momento economico spaventa quasi tutti: addirittura l’87% degli intervistati dall’istituto di ricerca  percepisce la crisi come molto grave e si aspetta che la situazione migliori solo fra 3 o 4 anni. In uno scenario di difficile soluzione come questo ci si aspetterebbe la visione di un futuro a tinte fosche e invece - stando all’indagine - è proprio sul futuro che il 57% degli intervistati ripone le proprie attese e aspettative piuttosto che sul presente.

Tale attesa, ovviamente, non si traduce in una fiducia incondizionata negli strumenti di investimento; a farla da padrone, anzi, è la prudenza, con due italiani su tre che preferiscono la liquidità e le forme di investimento ritenute più sicure (risparmio postale, obbligazioni e titoli di Stato che raggiungono il massimo indice di gradimento, 36%).

A testimoniare un certo pessimismo è poi il 32% di interpellati che reputa non esista alcuna forma di investimento “sicura”. Ad accusare il colpo è anche il “mattone”, che tocca il suo indice di gradimento minimo negli ultimi otto anni posizionandosi (24%).  

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.