I tassi dei prestiti sono al minimo storico

Nuovo record al ribasso per i tassi d’interesse mentre crescono le sofferenze bancarie



FTAOnline, Milano, 24 Giu 2015 - 17:44

Le sofferenze del sistema bancario continuano a salire mentre il livello dei tassi di interesse sui prestiti erogati a imprese e famiglie è al minimo storico.

Salgono le sofferenze, scendono i tassi

Non accennano a ridimensionarsi le sofferenze del sistema bancario italiano.

Nel suo ultimo rapporto, l’Abi, ha sottolineato che a maggio le sofferenze sono arrivate a quota 191,577 miliardi, rispetto ai 189,5 miliardi di marzo.

I rapporto tra questo valore, in termini lordi, e prestiti è salito al 10% contro l’8,8% di aprile dello scorso anno, una percentuale mai così elevata dal 1996.

Contemporaneamente, il tasso di interesse applicato ai prestiti bancari è sceso al 3,44% raggiungendo il nuovo minimo storico in relazione al totale dei finanziamenti erogati.

Per quanto riguarda i mutui, il tasso medio è salito al 2,68% dal 2,63 di aprile pur mentre il tasso per i prestiti concessi alle imprese è sceso al 2,10% (a aprile era al 2,28%).

In questo quadro migliora, nei primi quattro mesi del 2015, la concessione di nuovi prestiti alle imprese che cresce dell’11,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso così come, nello stesso periodo, è cresciuta del 55,2% la concessione di nuovi mutui.

Positivo anche il trend del credito al consumo che registra una crescita di operazioni pari all’11,6%.


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.