Con l’euro impennata dei prezzi

Moneta unica e rincari vanno di pari passo secondo il Codacons



FTA Online News, Milano, 10 Gen 2017 - 18:17

I beni e i servizi di largo consumo hanno subito aumenti considerevoli da quando è stato adottato l’euro e a farne le spese sono le famiglie italiane.
I rincari riguardano un po’ tutti i settori con aumenti talvolta da capogiro.

In 15 anni 14 mila euro in più a famiglia

Che i prezzi siano saliti se ne sono accorti un po’ tutti ma quanto in 15 anni un po’ meno. A fare il conto ci ha pensato il Codacons che ha calcolato,dall’introduzione della moneta unica ad oggi, un aumento medio dei prezzi e delle tariffe del 59,1% pari a un esborso aggiuntivo di oltre 14mila euro a famiglia.

Una raffica di aumenti che ha colpito trasversalmente i beni e i servizi di largo consumo dal caffè espresso (+34%), al cappuccino e brioche (+70%) fino a arrivare a rincari da capogiro come i gelati (+160%) o la pizza (+103,9%).

Non fanno eccezione nemmeno i divertimenti con il costo del biglietto del cinema cresciuto del 26% mentre leggere un quotidiano costa il 95% in più.


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.