Per i Pir è un debutto col botto

Il successo di questa forma di investimento sta superando ampiamente le attese



FTA Online News, Milano, 13 Lug 2017 - 14:30

Pensati per veicolare la raccolta verso le piccole e medie imprese i piani individuali di risparmio stanno riscuotendo un grande successo e diventano uno strumento di grande interesse.

Pir: ossigeno per le PMI italiane

L’andamento dei Pir supera di gran lunga, in positivo, le attese.

Secondo i dati resi noti da Assogestioni da gennaio a fine marzo i Piani individuali di risparmio hanno incassato 1,1 miliardi di euro a fronte di un patrimonio di 1,9 miliardi. Il Ministero dell’Economia ha addirittura ipotizzato, per il 2017, una raccolta di 10 miliardi di euro all’anno.

Ci sono quindi tutti i presupposti affinché questo nuovo strumento di investimento, rivolto, ricordiamolo, alle persone fisiche, quindi ai piccoli investitori, dia ossigeno alle piccole medie imprese italiane verso le quali è vincolato parte dell’investimento.

In cambio l’investitore riceverà un abbattimento di tutto il carico fiscale per la durata dell’investimento che è di almeno 5 anni.

Siamo di fronte quindi a un investimento di medio periodo che può diventare, per chi lo vuole, anche di lungo che costituisce una ottima opportunità di sviluppo per il sistema Paese.


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.